Scoperto su Telegram un enorme network italiano di revenge porn con oltre 21 canali

Scoperto su Telegram un enorme network italiano di revenge porn con oltre 21 canali
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Ad un anno dall'ultima inchiesta, Wired Italia è tornato sul tema del revenge porn su Telegram. Con una nuova inchiesta che linkiamo in calce, la testata italiana ha fatto lumi su quello che è un vero e proprio network in cui vengono pubblicati contenuti pornografici anche di minori.

Complessivamente sarebbero 21 i canali, che contano oltre 43mila iscritti e circa 30mila messaggi al giorno. Nelle chat vengono scambiati video e fotografie private, senza il consenso delle persone che vi compaiono, i quali vengono "commentati" dai partecipanti.

In alcuni casi sarebbero stati pubblicati anche i numeri di telefono ed i profili social delle vittime, allo scopo di "rendere impossibile la vita" di ex fidanzate o ex compagne. Aspetto ancora più grave, inoltre, è che in alcuni casi si sarebbe caduti anche nella pedopornografia, con immagini e video di minori inviate in privato.

La vicenda negli ultimi giorni ha assunto contorni preoccupanti, dopo la segnalazione di una ragazza su Twitter, attraverso un post in cui ha taggato la Polizia Postale per portare alla luce degli inquirenti questo grave problema. "In questo gruppo su telegram vengono mandate foto di ragazzine minorenni e PRIVATE, oltre a del materiale pedopornografico (e non) dopo sussegue anche una violenza verbale e psicologica. Per favore, aiutateci" si legge nel tweet, che è finito anche all'attenzione di Fedez, il quale ha annunciato di essere in contatto con la Polizia.

Come riferito da Repubblica, sulla questione si è mossa anche l'Europarlamentare Pina Picierno, che ha annunciato un'interrogazione alla Commisione UE e un esposto alla Procura della Repubblica.

FONTE: Wired
Quanto è interessante?
5