Scoperto nuovo tipo di supernova: un buco nero che si scontra con una stella

Scoperto nuovo tipo di supernova: un buco nero che si scontra con una stella
di

Questo nuovo tipo di supernova prima di oggi è stato solamente teorizzato, ma un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science potrebbe averla osservata indirettamente. Una sorgente radio molto luminosa, chiamata VT J121001+4959647, è stata rilevata per la prima volta nei dati nel 2017.

Secondo quanto riferito, l'evento è stato causato dal nucleo di una stella morta - come una stella di neutroni - o da un buco nero, schiantatosi contro la sua stella compagna e facendola esplodere. "In questo caso, un buco nero invasore o una stella di neutroni ha fatto esplodere prematuramente la sua stella compagna", ha dichiarato Gregg Hallinan, professore di astronomia presso il Caltech. Questa è la prima volta che viene confermata una supernova innescata da una fusione.

Dopo la scoperta della sorgente luminosa, grazie al Very Large Array Sky Survey, gli studi di follow-up hanno confermato la presenza di un residuo di supernova che interagisce con il materiale circostante. Nel 2014, inoltre, è stata osservata una fonte non identificata di raggi X nella stessa posizione, che potrebbe essere stata causata dall'esplosione della stella.

Tutto questo conferma l'esistenza di una supernova con collasso del nucleo innescata dalla fusione. Secondo il team dello studio, molto tempo fa il sistema era costituito da due stelle orbitanti vicine l'una all'altra. Una delle due stelle, dopo miliardi di anni di "tranquillità", è scoppiata in una supernova, diventando una stella di neutroni o un buco nero.

Nel corso del tempo, i due oggetti si sono avvicinati sempre di più l'uno all'altro. La stella di neutroni o il buco nero nel tempo ha strappato strati dalla stella compagna, creando una grande ciambella di gas attorno al sistema e accelerando la loro collisione. Alla fine, la stella si è schiantata contro l'oggetto massiccio. Il crollo ha rilasciato un getto relativistico di materiale che ha brillato nei raggi X ed è stato visto nei dati del 2014. L'emissione radio, invece, è stata invece prodotta anni dopo, esattamente nel 2017.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
5