Scorporo TIM: è scontro Fassina - Calenda sui social

di

A qualche ora di distanza dall'annuncio di TIM della presentazione del progetto di scorporo legale della rete, che ha ottenuto il parere positivo del Governo e del Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, arrivano le prime reazioni.

E se lo stesso Calenda aveva bollato il tutto come un "progetto epocale", a cui aveva fatto eco anche l'amministratore delegato di TIM, il quale aveva sottolineato l'importante lavoro da "effettuare in collaborazione con l'Agcom", non sembra essere dello stesso avviso Stefano Fassina.

L'ex viceministro dell'economia e delle finanze, in un post pubblicato sul proprio account ufficiale Facebook ha affermato che "il Ministro Calenda dovrebbe essere un po' più cauto sulla proposta di Tim di separazione legale delle sue reti di trasmissioni. La rilevanza per la sicurezza nazionale e per la nostra democrazia delle reti Tim e in particolare di Telecom Sparkle non può essere garantita semplicemente dal trasferimento degli asset a una società ad hoc comunque controllata da Tim. Qualunque sia la soluzione per la governance. È necessaria, invece, la nazionalizzazione della rete attraverso la società delle reti di Cdp. Soltanto così si può tutelare il nostro interesse nazionale".

Immediata è arrivata la risposta del diretto interessato, Carlo Calenda, il quale in diretta risposta a Fassina sul Twitter si è rivolto direttamente al collega di partito: "Stefano sono 30 anni che chiediamo la societarizzazione della rete anche per ragioni di trasparenza e sicurezza. Ora questo primo passo è a portata di mano. È una cosa importante poi quando vincerai le elezioni rinazionalizzerai tutto, pure i panettoni" si legge nel breve tweet.

Nonostante l'ok ricevuto dal Governo, quindi, la partita sembra essere tutt'altro che chiusa. La vicenda potrebbe essere soggetta a modifica proprio dopo le elezioni del prossimo 4 Marzo, a seguito della nomina del nuovo esecutivo. E' per questo che Genish intende spingere sull'acceleratore e, a giudicare da alcuni rumor, potrebbe portare la questione in consiglio d'amministrazione già prossimamente, per far analizzare tutta la documentazione dal board. Nel frattempo, però, i mercati continuano ad apprezzare.

Quanto è interessante?
3