Secondary ticketing: Live Nation si rifiuta di commentare il servizio delle Iene

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Del servizio mandato in onda ieri sera dal programma TV Le Iene abbiamo a lungo parlato su queste pagine nella giornata di oggi. Fondamentalmente, i giornalisti di Italia 1 hanno dimostrato che la maggior parte dei tagliandi messi in vendita sui circuiti di secondary ticketing apparterrebbero direttamente ai promoter.

Una posizione che ha mandato su tutte le furie i fan e frequentatori dei concerti, ma anche Vasco Rossi, che con una decisione clamorosa, attraverso un post pubblicato sulla propria pagina ufficiale Facebook ha annunciato il suo abbandono a Live Nation e si è riservato il diritto di procedere contro la società attraverso vie legali.
Proprio Live Nation, poco fa ha diffuso un comunicato stampa attraverso cui, però, si è di fatto rifiutato di commentare il servizio delle Iene: "in riferimento al servizio andato in onda ieri sera 8 novembre all'interno del programma televisivo "Le Iene", Live Nation precisa e puntualizza che le affermazioni contenute nel servizio si riferivano unicamente a pochi Artisti internazionali e che nessuno degli Artisti italiani ha mai chiesto di assegnare biglietti dei loro spettacoli al mercato di vendita secondario. Ugualmente Live Nation garantisce di non aver spontaneamente immesso sul mercato secondario quantitativi di biglietti dei concerti di Tiziano Ferro, Giorgia e Marco Mengoni, attualmente in vendita. Live Nation Italia" si legge nel comunicato.
Nella giornata di oggi, intanto, anche Claudio Trotta di Barley Arts ha annunciato di essere pronto a denunciare Live Nation.
Un vero e proprio terremoto per l'industria musicale italiana.

FONTE: Rockol
Quanto è interessante?
0