Secondo l'FBI, Tim Cook è un "ipocrita". Gli incredibili messaggi appaiono in rete

di
I rapporti tra l'FBI e l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, probabilmente non sono mai stati idilliaci, ma il caso dell'iPhone del killer di San Bernardino non ha fatto altro che peggiorare la situazione, dato che la Mela si è apertamente rifiutata di sbloccare il cellulare per permettere agli agenti di indagare sull'attentato.

Quanto trapelato di recente in rete, però, ha davvero dell'incredibile.

Sul web, infatti, nell'ambito dell'indagine federale che sta facendo luce sulla questione delle e-mail trafugate ad Hillary Clinton, sono apparsi alcuni messaggi di testo che vedono protagonisti Peter Srzok, agente del controspionaggio nell'FBI, e Lisa Page, avvocato dell'agenzia federale.

Entrambi non sono coinvolti nel caso che vede protagonisti l'FBI ed Apple, ma la lista che vi proponiamo in calce, pubblicata dal Business Insider, mostra uno scambio di messaggi non certo lusinghiero nei confronti di Apple e del suo amministratore delegato. I primi messaggi, infatti, sono stati inviati il giorno in cui James Comey, l'allora direttore dell'FBI, in una dichiarazione pubblica annunciò che l'agenzia non era in grado di accedere ai dati dell'iPhone 5C del terrorista.

Srzok, nel primo messaggio, afferma che "la cosa che mi fa arrabbiare per davvero di Apple è che Tim Cook voglia fare il paladino della privacy. Si, ma il paladino a modo suo visto che l'intero sistema operativo è progettato per rintracciare e persone senza che se ne accorgano". La risposta di Page è ancora meno lusinghiera nei confronti del CEO, che viene definito "un ipocrita".

A questo punto la conversazione tra i due si interrompe, e riprende solo nel momento in cui Cook pubblica sul sito web ufficiale Apple la lettera in cui afferma che la sua società non può sbloccare l'iPhone.

La vicenda diventa esilarante in quanto Page consiglia al collega di messaggiare su iMessage, in quanto include la crittografia end-to-end, ed un mese dopo la stessa afferma di amare l'iPhone, sebbene lo stia odiando per colpa di Cook. Srzok afferma "ah se Tim Cook sparisse dalla faccia della Terra...".

Dichiarazioni che non fanno certo onore all'FBI, e che sicuramente non ammorbidiranno i rapporti tra le due parti.

FONTE: 9to5mac
Quanto è interessante?
5
Secondo l'FBI, Tim Cook è un 'ipocrita'. Gli incredibili messaggi appaiono in rete