Le farfalle monarca orientali rischiano di scomparire per sempre, come mai?

Le farfalle monarca orientali rischiano di scomparire per sempre, come mai?
di

Il cambiamento climatico nei terreni di riproduzione sembra aver avuto l'impatto più significativo sul declino della specie delle Farfalle Monarca. La comprensione delle cause è fondamentale per invertire il processo al fine di preservare sia la biodiversità che una delle specie di insetti impollinatori più prolifiche. Uno studio della Michigan State University prova a spiegarne i fattori scatenanti.

Erin Zylstra, PhD presso la MSU ed autrice principale dello studio ha affermato "Quello che facciamo è sviluppare modelli per capire perché le monarca stanno diminuendo e cosa sta succedendo alla biodiversità in generale". Precedenti studi attribuivano questo declino al maggior utilizzo di glifosato sulle colture da parte degli agricoltori, portando alla moria delle asclepiadi, piante che i bruchi monarca utilizzano come fonte di cibo. Non è facile, però, identificare definitivamente le cause poiché nel tempo sono emerse altre teorie che hanno diviso la comunità scientifica.

La difficoltà di comprenderle sta nel ciclo di vita degli insetti. Questi migrano in Messico durante l’inverno per poi dirigersi negli Stati Uniti sudorientali, per riprodursi, quando la temperatura comincia ad aumentare. A questo punto le generazioni successive, in maggio, continuano la migrazione volando verso il Midwest e il Canada, dove si riproducono ricominciando il ciclo.

Per lo studio il team ha analizzato oltre 18.000 rilevamenti sulle monarca, eseguiti da volontari locali nel periodo tra il 1994 e il 2018. "Non esiste un gruppo di scienziati abbastanza numeroso da poter raccogliere tutti i dati di cui avevamo bisogno. Ma ci sono questi volontari, sempre presenti sul campo, che registrano i dati in un modo molto strutturato. Questo è l'unico modo in cui potremmo fare questa analisi" ha dichiarato Elise Zipkin, ora professore associato presso la MSU.

Questi dati hanno permesso di definire le ipotesi sulle cause del declino delle monarca orientali, ascrivibili a: perdita dell'habitat, mortalità durante la migrazione autunnale e l'impatto negativo del cambiamento climatico sulla riproduzione.

Anche se non è possibile spegnere il cambiamento climatico” afferma Zylstra “possiamo concentrarci sul ripristino dell'asclepiade nelle regioni che rimangono più favorevoli alla riproduzione del monarca”.

In ultimo, riferendosi all’encomiabile collaborazione tra i diversi team internazionali e l’aiuto dei volontari offertisi per il progetto, Zipkin conclude dicendo che l’unico modo per affrontare il processo di conservazione di questa specie è “lavorare insieme”.

FONTE: Phys
Quanto è interessante?
9