Secondo la NASA dobbiamo essere preparati al giorno in cui verrà scoperta la vita

Secondo la NASA dobbiamo essere preparati al giorno in cui verrà scoperta la vita
di

Attualmente non abbiamo trovato nessuna prova di vita extraterrestre nel cosmo. Tuttavia, ciò non vuol dire che non dobbiamo essere preparati per il giorno in cui questa scoperta sarà finalmente effettuata (con tutte le probabilità del caso). Secondo la NASA, le persone dovrebbero essere preparate al giorno in cui questo grande annunciò avverrà.

Il capo scienziato della NASA, James Green, in un nuovo commento sulla questione ha affermato che "la nostra generazione potrebbe realisticamente essere quella che scoprirà prove di vita oltre la Terra". Gli scienziati vedono l'individuazione della vita extraterrestre come un processo in continua evoluzione dettato dalle scoperte della scienza. A proposito, cosa succederebbe se trovassimo vita in un altro pianeta?

Sono tante le storie di "rilevamenti della vita sbagliati" e non dovremmo vedere questi fallimenti come delle sconfitte, ma semplicemente come una sorta di sforzo progressivo per la scoperta della vita oltre la Terra. "Le false partenze e i vicoli ciechi sono una parte prevista di un sano processo scientifico", si può leggere nel commento scientifico. La vita nell'Universo non è rara, secondo diversi studi.

Per questo secondo gli esperti la stessa NASA dovrebbe utilizzare la metodologia usata la valutazione del grado di maturità di una tecnologia, chiamata Technology Readiness Level (TRL), dell'industria spaziale. Nel contesto delle rilevazioni astrobiologiche della vita, si dovrebbe utilizzare una scala di "confidenza di rilevamento della vita" (CoLD), aiutando le comunità a interpretare qualunque nuova scoperta.

"Qualunque sia l'esito del dialogo, l'importante è che avvenga", afferma infine Green.

Quanto è interessante?
4