Secondo un sondaggio della BCE, il 75% degli utenti sostituirebbe l'Euro con il Bitcoin

di
Negli scorsi giorni, la Banca Centrale Europea attraverso il proprio account ufficiale Twitter ha condotto un interessante sondaggio in cui affrontava il tema del Bitcoin e della possibile adozione della moneta virtuale al posto di quelle tradizionali. Il tutto rientra nell'#AskDraghi, una serie di Q&A che il governatore tiene con gli utenti.

I risultati, probabilmente, non sono stati certo accolti favorevolmente nè dalla stessa BCE, tanto meno dal governatore, dal momento che il 75 dei partecipanti ha votato si.

Questo vuol dire che tre cittadini su quattro (tra quelli che hanno partecipato, ovviamente) ritengono il Bitcoin una valida alternativa alle monete tradizionali. Il 13 per cento, invece, si è detto contrario, mentre il 9 per cento rientra tra coloro che sono dubbiosi sulle capacità della moneta virtuale più famosa al mondo a sostituire l'Euro.

Tra le domande a cui dovrà rispondere Mario Draghi nel corso del Q&A organizzato nell'ambito dell'iniziativa Youth Dialogue, non figura solo questa. L'italiano, infatti, dovrà anche parlare delle criptovalute e blockchain, dal momento che sicuramente molti tra i giovani tra 16 e 35 anni che prenderanno parte all'evento vorranno discutere delle due questioni.

Mario Draghi, come molti esponenti della Banca Centrale Europea, ha espresso più volte le proprie perplessità sull'utilizzo del Bitcoin, a causa della volatilità della stessa moneta. Inoltre, qualche mese fa ha anche affermato che la BCE non ha alcun potere di regolamentarlo.

Quanto è interessante?
5