Senato USA vs FCC: ha votato a favore della Net Neutrality

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Come ben saprete, l'FCC (Federal Communications Commission) ha recentemente stabilito la data in cui morirà la Net Neutrality negli Stati Uniti d'America. Nonostante questo, il Senato USA ha deciso di respingere, per ora, l'abolizione della neutralità della rete.

Infatti, i voti a favore della Net Neutrality sono stati 52, mentre quelli contrari 47. Una differenza minima, che però non basterà a fermare l'FCC, che sta già portando avanti la sua campagna. I due senatori a cambiare le sorti sono stati John Kennedy per la Louisiana e Lisa Murkowski per l'Alaska. I loro due voti hanno infatti permesso di evitare il pareggio, che avrebbe garantito una facile "vittoria" a chi vuole abolire la Net Neutrality. Il tutto era ovviamente inaspettato, visto che i senatori in questione hanno cambiato allineamento all'ultimo momento.

Chiaramente, però, il compito di prendere la decisione finale è ora nelle mani della Casa dei Rappresentanti, che è composta da 435 membri, di cui solamente 160 risultano essere "voti certi" a favore della Net Neutrality. Insomma, sembra proprio che l'FCC l'avrà vinta lo stesso. Non ci resta che attendere qualche tempo per saperne di più, ma nonostante lo "stop momentaneo" imposto dal Senato, la situazione sembra essere chiara e ben delineata.

Quanto è interessante?
5
Senato USA vs FCC: ha votato a favore della Net Neutrality