La sfida di Tinder, convincere i nuovi "millennial" ad usare la sua app d'incontri

La sfida di Tinder, convincere i nuovi 'millennial' ad usare la sua app d'incontri
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Tinder sta investendo un sacco di risorse per attrarre un target molto specifico (e difficile da sedurre): quello della generazione Z, i ragazzi nati negli anni 2000. Per farlo ha assunto una autorità del settore del youth engagement, e sta lanciando alcuni servizi solo per i giovanissimi.

Per chiarirci: quando parliamo di giovanissimi ci stiamo comunque riferendo ai maggiorenni. Dio solo sa che razza di bomba ad orologeria potrebbe essere un app d'incontri che ha per target i ragazzi delle scuole superiori, con tutti i rischi che un simile ambiente comporterebbe. No, Tinder punta ai più grandicelli della Gen Z: i ragazzi trai 18 e i 22 anni.

Per vincere in questo specifico —e difficilissimo— target del mercato, Match ha assunto Ravi Metha, praticamente il Re del youth engagement: è la persona che si occupava di questo per Facebook e che ha lanciato Lasso, la risposta di FB a Tik Tok (relativamente popolare in America).

Metha ha formulato una strategia fatta di prodotti esclusivi per le matricole dei college: c'è Tinder U, ad esempio, app d'incontri dove ci si può iscrivere solo con una email .edu, quelle date agli studenti dei college. L'app ultimamente ha ricevuto pure una Spring Break Mode, che permette alle ragazze e ai ragazzi di avvantaggiarsi per l'estate, conquistando per tempo i cuori degli utenti che risiedono nelle località dove si andrà a fare baldoria finiti i corsi.

Da Metha, spiega The Verge, ci si aspetta di vedere un grosso numero di altri prodotti del genere in futuro.

Tinder punta ai ragazzi per una ragione semplice: sono novizi del mondo delle app di dating, che generalmente non potrebbero usare quando sono minorenni. Portarli all'interno del proprio ecosistema di app significa assicurarsi la fedeltà di utenti che a breve avranno i primi stipendi, e potranno essere monetizzati con i piani in abbonamento del gruppo Match.

E intanto l'ultima novità di Tinder ha fatto infuriare i maschietti: l'app vuole introdurre un sistema di verifica dell'altezza, perché su questo barano un po' tutti. E poi un altro problema: Match ha dovuto fare causa al suo fondatore.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
2