Sfruttare il potere delle piante: la fotosintesi artificiale sarà l'energia del futuro?

Sfruttare il potere delle piante: la fotosintesi artificiale sarà l'energia del futuro?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Per decenni gli scienziati hanno cercato di ricreare artificialmente il processo di fotosintesi che avviene naturalmente nelle piante. Un meccanismo che soddisferebbe il nostro enorme fabbisogno energetico sfruttando idrogeno verde e biodiesel climaticamente non inquinante. Ora, un recente studio ci avvicina ulteriormente all'ambizioso traguardo.

C'è da dire che attualmente possiamo già ottenere una fotosintesi come fanno le piante, grazie infatti all'energia solare che converte CO2 ed acqua in ossigeno e composti chimici, che possiamo utilizzare come combustibili. Ad esempio idrogeno ed alcuni composti del carbonio come quelli che si trovano nella comune benzina.

Purtroppo i costi sono molto superiori al valore del carburante che viene prodotto nel processo. Se però questo dovesse cambiare, sfruttando al meglio il principio di fotosintesi artificiale, i nostri problemi energetici potrebbero essere finalmente risolti, favorendo anche la salute ambientale.

Chengyu Liu, uno dei ricercatori a lavoro sulla fotosintesi artificiale, ha affermato: "Ora che questo argomento è diventato importante in tutto il mondo penso che la prima vera applicazione di questo progetto sarà disponibile già entro vent'anni".

"Anche dopo l'introduzione di nuove tecnologie più efficienti, ci vorranno sempre decenni prima che diventi una pratica comune. È stato lo stesso dopo l'invenzione della macchina a vapore nel XIX secolo. La mia preoccupazione è che ci vorrà anche più tempo del previsto, prima che venga utilizzata industrialmente su larga scala", ha aggiunto.

La fotosintesi artificiale, come la sua variante naturale, è composta da due parti. Nella prima l'acqua si divide in idrogeno ed ossigeno, nella seconda avviene la riduzione dell'anidride carbonica in idrocarburi ricchi di energia.

L'obiettivo cruciale sarà raggiungere queste due parti in un unico sistema che da un lato riduca il contenuto di CO2 nell'aria e dall'altro produca combustibili ed ossigeno, ed il lavoro del dott. Liu punta proprio a trovare un catalizzatore ideale per il processo: efficiente, economico e prontamente disponibile.

"Uno dei momenti migliori della mia ricerca è stato quando ho trovato una nuova strategia per progettare un catalizzatore per la produzione di idrogeno, proprio in un ambiente a pH neutro", ha affermato.

La ricerca di Liu ha infatti fornito nuove regole di progettazione e idee su come ottenere una fotosintesi artificiale efficiente. I risultati forniscono una comprensione fondamentale ed una strategia pratica per trovare nuovi catalizzatori per l'ossidazione dell'acqua.

"Spero di continuare la mia ricerca. Vorrei essere uno dei ricercatori che realizzeranno un sistema completo di fotosintesi artificiale", ha concluso Chengyu Liu.

A proposito di futuro sostenibile, un nuovo metodo promette energia solare senza sprechi, sarà vero? Così come la ricerca su un particolare tipo di pannelli fotovoltaici che funzionano di notte.

FONTE: Phys.org
Quanto è interessante?
1
Sfruttare il potere delle piante: la fotosintesi artificiale sarà l'energia del futuro?