Si è concluso il caso del ragazzo che distrusse vari device in un Apple Store

di
Accadeva circa un anno fa all’Apple Store di Digione in Francia, un ragazzo entrò nell’Apple Store distruggendo Mac, iPhone e iPad utilizzando una pesante boccia di pétanque. La sentenza in appello condanna l’uomo a risarcire i danni ad Apple e anche un addetto della sicurezza.

Lo scorso 30 Settembre, Yann S. è entrato nell’Apple Store di Digione con l’intenzione di provocare quanti più danni possibili. Il gesto sarebbe stato compiuto a causa di un rifiuto nella riparazione dell’iPhone del trentenne. Il ragazzo con l’utilizzo di una boccia tenuta in mano ha distrutto vari dispositivi come iPhone, iPad, Mac ma i danni sarebbero stati rilevati anche ai tavoli e nel conteggio dei danni si è tenuto conto anche delle perdite causate dalla chiusura alla quale ha obbligato il negozio e dei lavori che è stato necessario svolgere all’infuori degli orari di apertura.

I danni complessivi stabiliti subito dopo l’evento erano di circa 50.000 €. Oggi, a più di un anno dall’accaduto, l’uomo ha ottenuto la libertà vigilata ed un risarcimento danni pari a 17.548 € dovuti ad Apple. Il responsabile di sicurezza del centro commerciale riceverà invece 1.500 € di danni morali causati dal ragazzo.