Le sigarette elettroniche non aiutano a smettere di fumare, lo conferma uno studio

Le sigarette elettroniche non aiutano a smettere di fumare, lo conferma uno studio
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L’uso delle sigarette elettroniche è aumentato notevolmente negli ultimi anni, soprattutto a causa del pensiero comune per cui aiuterebbero a smettere di fumare. Questa correlazione però non sussisterebbe affatto: secondo uno studio recente, infatti, non inducono i fumatori a eliminare questa abitudine particolarmente nociva.

L’analisi pubblicata il 22 dicembre 2020 sull'American Journal of Public Health e condotta da un team guidato dal dott. Richard Wang ha esaminato la comprensione della comunità scientifica delle sigarette elettroniche per studiare nel dettaglio il legame tra il loro consumo e lo smettere di fumare, tanto ricondiviso dai proprietari dei marchi di sigarette elettroniche.

Compilando i risultati di 64 studi, osservazionali (ergo con interviste ai partecipanti) ma non diretti, e anche altri studi clinici in cui ai fumatori che stavano cercando di smettere di fumare sono state date sigarette elettroniche gratuite sotto controllo medico, alla fine i ricercatori hanno confermato che l’uso di sigarette elettroniche non comporta alcun beneficio per la salute rispetto alle classiche sigarette e non è nemmeno associato a una cessazione del consumo di queste ultime.

L’analisi, tra l’altro, è stata particolarmente approfondita: gli esperti hanno infatti visto studi che hanno coinvolto gruppi di persone che già fumavano e usavano sigarette elettroniche, indipendentemente dal fatto che volessero smettere o meno. In un altro gruppo, invece, sono stati esaminati i fumatori che usano sigarette elettroniche che hanno indicato il desiderio di smettere, non riscontrando però alcun effetto. Infine, Wang ha concluso che ricevere alcuni prodotti specifici per sigarette elettroniche in un contesto di sperimentazione clinica ha portato a smettere di fumare di più rispetto ad altre terapie, ma che il semplice consumo in sé di tali sigarette non aiuta particolarmente.

Wang ha affermato: “Nella misura in cui le persone che fumano aggiungono semplicemente sigarette elettroniche al loro fumo di sigaretta (diventando i cosiddetti utenti doppi), il loro rischio di malattie cardiache, malattie polmonari e cancro potrebbe aumentare rispetto al fumo solo. La questione che abbiamo esplorato è sia di interesse scientifico che di salute pubblica e speriamo che la FDA presterà attenzione al nostro studio mentre cercano di prendere queste decisioni.”

Ancora, egli ha aggiunti che è importante riconoscere che negli studi clinici, quando alcuni dispositivi per sigarette elettroniche vengono trattati più come medicine, potrebbe effettivamente esserci un effetto sullo smettere di fumare, ma che ciò deve essere bilanciato contro i rischi dell'utilizzo di questi dispositivi.

Rimanendo sul tema, nel 2019 Instagram ha vietato le pubblicità contenenti prodotti a base di tabacco e sigarette elettroniche. O ancora, sempre nella stessa annata negli Stati Uniti era stato registrato un aumento dei malori dovuti dal consumo delle sigarette elettroniche.

Quanto è interessante?
1