Ecco la più grande simulazione dell'Universo mai realizzata, ed è disponibile per tutti

Ecco la più grande simulazione dell'Universo mai realizzata, ed è disponibile per tutti
di

I ricercatori sono riusciti ad ottenere un'immagine simulata del nostro Universo inserendo in un supercomputer apposito dei dati complessi riguardanti la distribuzione della materia visibile e "oscura". Il risultato è questa impressionante ragnatela cosmica di inenarrabile bellezza.

Per ottenere un simile traguardo, gli scienziati hanno impiegato una potenza di calcolo considerevole: pensate che il modello così dettagliato ha richiesto l'utilizzo di oltre 40.000 (quaranta mila) core e oltre 20 milioni di ore per generare la simulazione. In totale sono stati prodotti più di 3 petabyte di dati (che corrispondono a circa 3000 TB o a 3 milioni di di GB).

Fortunatamente, i ricercatori sono stati in grado di generare file ad alta compressione in modo tale da stipare in maniera più comoda i dati senza perderne qualità. Si è arrivati dunque ad un prodotto finale e ugualmente usufruibile di "soli" 100 TB di peso (per noi comuni mortali può sembrare comunque un valore fuori scala, ma almeno così è archiviabile su hard disk di grandi capacità).

La simulazione è stata chiamata Uchuu e permetterà a scienziati e a ricercatori di studiare in modo approfondito l'evoluzione del nostro Universo. È la più grande e dettagliata mai prodotta a memoria d'uomo dal momento che contiene 2,1 trilioni di "particelle" in uno spazio di 9,6 miliardi di anni luce.

Uchuu non prende tanto in esame la formazione di singoli pianete o stelle, ma si concentra sull'evoluzione del cosmo da un punto di vista della distribuzione della materia e dell'energia oscura, le quali - combinate insieme - costituiscono circa l'85% di ciò che "esiste" nel nostro Universo.

La ragnatela di materia oscura ha un dettaglio piuttosto alto ma è scaricabile liberamente dal sito ufficiale per chiunque voglia analizzarla a suo piacimento (seguite le procedure che vi appariranno a questo link). Ovviamente in allegato ci sono anche i dati scientifici ricavati utili per le proprie valutazioni, ammesso di saperli interpretare correttamente.

Qui sotto potete osservare infine due immagini: la prima è un ingrandimento della simulazione di Uchuu, mentre la seconda è la visione più a largo campo di buona parte dell'Universo. Se volete saperne di più, qui trovate lo studio pubblicato su Oxford Academic.

Quanto è interessante?
3
SpazioSpazioSpazio