di

Il prossimo smartphone da gaming di Black Shark, che dovrebbe essere annunciato il 3 marzo 2020 in Cina, sembra farsi sempre più interessante. Infatti, dopo aver "sfondato" AnTuTu Benchmark, il dispositivo è tornato a far parlare di sé per via di un interessante video teaser.

In particolare, stando anche a quanto riportato da Sparrows News e GSMArena e come potete vedere nel video riproducibile tramite il player che trovate qui sopra, sembra proprio che Black Shark 3 Pro disporrà di trigger fisici che vanno a "simulare" i pulsanti dorsali dei classici controller. In parole povere, stiamo parlando dei tasti che solitamente consentono di mirare/sparare in videogiochi come gli sparatutto (e infatti in uno dei primi render si vede proprio un titolo di questo tipo).

Stando alle ultime indiscrezioni, questi pulsanti meccanici dovrebbe avere una lunghezza di 21mm e una corsa di 1,5mm. Per quanto riguarda la durata, sembra che siano certificati per oltre un milione di clic. Parlando invece delle altre caratteristiche tecniche di Black Shark 3 Pro, si vocifera da tempo di un display con refresh rate di 120 Hz, un processore Qualcomm Snapdragon 865, 16GB di RAM e una batteria da 4720/5000 mAh (a seconda della variante) con ricarica rapida a 65W.

Dalle immagini teaser che potete vedere in calce alla notizia, si evince anche che lo smartphone avrà una modalità gaming. Tra le opzioni disponibili, sembrano esserci il "blocco" delle chiamate e delle notifiche e una funzionalità per ottimizzare la memoria.

Vi ricordiamo che stiamo parlando dello stesso smartphone che qualche giorno fa aveva fatto registrare un totale di ben 620.592 punti su AnTuTu Benchmark, arrivando a superare persino Xiaomi Mi 10 Pro (che si ferma vicino ai 610.000 punti dopo l'ultimo aggiornamento).

Insomma, non ci resta che attendere qualche giorno per saperne di più su Black Shark 3: il 3 marzo 2020 non è poi così lontano!

Quanto è interessante?
3
Lo smartphone Black Shark 3 Pro avrà dei trigger fisici per il gaming