Smartphone, c'è il caricabatterie in confezione? I brand che l'hanno tolto

Smartphone, c'è il caricabatterie in confezione? I brand che l'hanno tolto
di

Fino a qualche anno fa sarebbe probabilmente sembrata "utopia" a molti, ma al giorno d'oggi sta diventando ormai pressoché "normale" vendere uno smartphone, anche di una certa fascia, senza includere il caricabatterie in confezione. In questo contesto, risulta interessante approfondire la questione e comprendere quali sono i brand coinvolti.

Ebbene, tutto è partito da Cupertino: a partire da fine 2020 Apple ha rimosso il caricabatterie dalla confezione degli iPhone. L'azienda di Tim Cook si è soffermata sull'impatto ambientale per motivare la sua scelta, ma chiaramente il dibattito in merito è stato piuttosto "acceso", anche per via delle frecciatine lanciate ad Apple da brand come Xiaomi. Il brand ha però continuato dritto per la sua strada: in parole povere, niente caricabatterie in confezione per gli iPhone.

In ogni caso, c'è da dire che tra le aziende che avevano preso un po' in giro Apple c'era Samsung, che poi alla fine ha scelto di percorrere la stessa strada della società di Cupertino. Per intenderci, la gamma Galaxy S21 non dispone del caricabatterie in confezione. Nel caso ve lo stiate chiedendo, sì: come si può leggere sul portale ufficiale di Samsung, le motivazioni ufficiali sono da ricercarsi ancora una volta nell'impatto sull'ambiente. In particolare, il brand sudcoreano incoraggia gli utenti a "continuare a utilizzare gli auricolari e l'alimentatore dei dispositivi Samsung di cui sono in possesso".

In questo contesto, tutti gli smartphone Galaxy futuri non avranno il caricabatterie in confezione. Effettuando un rapido "riassunto", sono due i brand importanti che attualmente hanno deciso di percorrere "insistentemente" questa strada anche per quel che concerne il nostro Paese: Apple e Samsung. Tuttavia, il passare del tempo sta portando sempre più produttori di smartphone a fare la stessa scelta.

Per intenderci, solamente nell'ultimo periodo siamo venuti a conoscenza del fatto che, come riportato anche da GSMArena, Sony ha rimosso il caricabatterie in confezione per quel che riguarda Xperia 10 III in alcuni mercati. Inoltre, secondo quanto riportato da Gizchina, anche i recentemente annunciati Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro non dispongono del caricabatterie in confezione. Per il resto, ci sono "segnali" legati a Xiaomi e Huawei, anche se per il momento in questi ultimi casi si fa riferimento all'estero. Insomma, al momento in Italia va "fatta attenzione" principalmente per quel che riguarda Apple e Samsung, ma non è da escludere che in futuro non ci siano ulteriori sviluppi in tal senso.

Quanto è interessante?
3
Smartphone, c'è il caricabatterie in confezione? I brand che l'hanno tolto