Smartphone e tablet fanno crescere il mercato globale dei processori

di

Secondo i nuovi dati diffusi riguardo il numero di spedizioni di microprocessori, il mercato dovrebbe raggiungere gli 1,50 miliardi di chip spediti entro la fine di quest'anno, in netto aumento rispetto agli 1,21 miliardi di unità dello scorso anno. Tali dati riguardano sia quelli per PC desktop e server che le unità destinate al mercato mobile, i System-On-A-Chip montati su smartphone e tablet. A poco più di tre settimane dalla conclusione del 2013, le proiezioni parlano di un +27% nel Q1 2013, +27% nel Q2 ed una crescita annua totale del 24% rispetto al 2012.

Mentre le spedizioni tradizionali, ovvero quelle destinate al mondo dei PC, sono in calo, c'è da sottolineare il vero e proprio boom di quelle per smartphone e tablet.
Secondo il rapporto di IHS, nel corso del secondo trimestre del 2013 le spedizioni di processori per PC si attestavano intorno alle 84,3 milioni di unità, in calo rispetto agli 89,9 milioni del Q2 2012. Tendenza opposta invece per il mercato degli smartphone e tablet.
Per quanto riguarda i cellulari, le spedizioni sono passate da 147,9 a 204,2 milioni, mentre i SoC destinati alle tavolette toccheranno quota 53,5 milioni, quasi 20 milioni in più rispetto ai 38,3 del 2012, un dato in crescita del 40%. Gerry Xu, che ha firmato la ricerca, ha affermato che "il mercato globale dei processori non sarebbe così sano, se non fosse per smartphone e tablet. Il mercato dei PC, che ha tradizionalmente guidato la crescita, ha subito un rallentamento. Le nuove piattaforme mobili hanno fatto registrare grandi volumi ed una rapida crescita".
Nel rapporto viene anche menzionato l'impatto dei dispositivi a basso costo provenienti dalla Cina, ovvero smartphone e tablet prodotti da aziende come MediaTek, Allwinner e Rockchip.

Quanto è interessante?
0