Questo smartphone necessita di una ricarica a settimana: ha una batteria da 21.000 mAh!

Questo smartphone necessita di una ricarica a settimana: ha una batteria da 21.000 mAh!
di

Al giorno d’oggi un “battery-phone” è caratterizzato da una capienza importante e/o una ricarica particolarmente rapida: tra i 5.000 mAh diffusi ormai in molti smartphone e wattaggi imponenti per certi produttori cinesi, c’è una società entro i confini del Dragone che ha lanciato uno smartphone con batteria da 21.000 mAh.

Ebbene sì, avete capito benissimo: non ci si è limitati al lancio di uno dei primi dispositivi tra i 10.000 e i 15.000 mAh, bensì a un telefono pronto a surclassare ogni record. Si parla dell’Oukitel WP19, modello appartenente a un brand non molto noto ma dalle specifiche tutto sommato interessanti.

Partendo proprio dalla batteria, grazie ai 21.000 mAh la società promette che può durare una settimana con una singola carica o, per l’esattezza: 36 ore di riproduzione video, 123 ore di musica, 122 ore di chiamate e 2.252 ore in standby, ovverosia circa tre mesi. Trattandosi praticamente di un powerbank, non manca il supporto per la ricarica cablata inversa. La ricarica diretta, invece, è cablata e a 27W: per caricare completamente il telefono servono quindi 4 ore circa.

Il design, come potete immaginare semplicemente dall’immagine in copertina, è estremamente resistente: troviamo la classificazione MIL-STD-810G, il certificato IP68 per acqua e polvere, mentre tra le funzionalità troviamo uno scanner di impronte digitali laterale.

Sul fronte tecnico troviamo il SoC Mediatek Helio G95 4G ​​di fascia media sotto la scocca, 8 GB di RAM, 256 GB di archiviazione espandibile e un pannello LCD FHD+ da 6,78 pollici con refresh rate pari a 90Hz. Lato fotocamera, infine, troviamo tre sensori posteriori (64 MP principale, 20 MP visione notturna, 2 MP macro) e uno anteriore da 16 megapixel.

Oukitel WP19 è attualmente disponibile per 694 euro su AliExpress, ma dato che si tratta di un brand davvero poco noto è difficile consigliarne l’acquisto in quanto non ci sono certezze relativamente al supporto software e all’assistenza tecnica. Insomma, resterà un mostro di autonomia disponibile solo in Cina.

Lo scorso aprile è invece arrivato, tra i tanti smartphone peculiari, un modello che ricorda i vecchi BlackBerry.

Quanto è interessante?
2