Snapchat avrebbe assunto Morgan Stanley e Goldman Sachs per l’IPO

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Snapchat si avvia verso la quotazione in borsa. La società statunitense, che ha sviluppato la famosa applicazione per la condivisione delle fotografie, avrebbe scelto Morgan Stanley e Goldman Sachs come gestori dell’offerta pubblica iniziale, prevista per il prossimo mese di Marzo.

Le due banche avrebbero ricevuto in mandato per l’IPO all’inizio della settimana, e secondo quanto è emerso sul web, dovranno immettere sul mercato azionario azioni per un valore complessivo di 25 miliardi di Dollari.
JPMorgan Chase, Deutsche Bank, Allen & Co, Barclays e Credit Suisse saranno sottoscrittori indipendenti, almeno secondo la fonte che ha chiesto di restare anonima in quanto si tratta di informazioni riservate che ancora non sono state rese note in via ufficiale dalla compagnia. A conferma di ciò, però, è arrivato il silenzio di Snap Inc., la compagnia che controlla Snapchat, che interpellata da Bloomberg si è rifiutata di fornire un commento sulla vicenda.
Snapchat, per chi non avesse seguito la sua storia, è nata nel 2012 come applicazione mobile che permette agli utenti di inviare fotografie che spariscono dopo pochi secondi: all’attivo ha più di 100 milioni di utenti attivi, il 60% dei quali sono di età compresa tra i 13 ed i 24 anni, il che la rende una delle applicazioni più popolari tra i teenager.
Nel corso degli ultimi anni sempre più colossi del web, Facebook in primis, hanno tentato di acquistarla, ma si sono trovati di fronte il muro alzato dal consiglio d’amministrazione che si è rifiutato di vendere la società. Tutto ciò ha attirato anche investimenti da parte di società esterne, che hanno permesso a Snapchat di raggiungere una valutazione di mercato di 20 miliardi di Dollari.

Quanto è interessante?
0