Una sonda giapponese è pronta a far esplodere la superficie di un asteroide

Una sonda giapponese è pronta a far esplodere la superficie di un asteroide
di

Una sonda giapponese di nome Hayabusa2, ha iniziato la sua discesa verso un asteroide per detonarne una parte della superficie. Si pensa infatti che l'asteroide contenga quantità relativamente grandi di materia organica e acqua di circa 4,6 miliardi di anni fa, quando nacque il sistema solare.

Il dispositivo esplosivo verrà rilasciato non appena la sonda si posizionerà a 500 metri dall'asteroide Ryugu, che si trova a 300 milioni di chilometri dalla Terra. Il cratere creato dall'esplosione potrebbe avere un diametro di 10 metri se la superficie è sabbiosa, ma più piccola di tre metri di diametro se è rocciosa.

Una volta piazzato sulla superficie dell'asteroide il dispositivo verrà detonato dopo 40 minuti, per dare tutto il tempo alla sonda Hayabusa2 di allontanarsi in sicurezza e contemporaneamente filmare l'evento. "Siamo entusiasti di vedere cosa accadrà quando l'impattore si scontrerà con l'asteroide", ha detto ai giornalisti Takashi Kubota, ricercatore ingegnere presso l'agenzia spaziale giapponese JAXA all'inizio di questa settimana.

La missione Hayabusa2 è costata circa 30 miliardi di yen (270 milioni di dollari), lanciata nel Dicembre 2014 è programmata per tornare sulla Terra con i suoi campioni nel 2020. Anche i nomi hanno un significato, Ryogu significa letteralmente "Palazzo della fortezza del Drago", mentre Hayabusa sta per "Falco pellegrino".

FONTE: Phys.org
Quanto è interessante?
7