La sonda che sta sfidando il Sole spiazza gli scienziati con risultati inattesi

La sonda che sta sfidando il Sole spiazza gli scienziati con risultati inattesi
di

La sonda Parker Solar Probe nel 2018 ha realizzato il sorvolo più vicino al Sole, tra tutti i veicoli spaziali costruiti dall'uomo, di sempre. Raccogliendo enormi quantità di dati ad una distanza di circa 24 milioni di chilometri dalla nostra stella.

Nel frattempo, gli scienziati stanno iniziando a rilasciare ciò che hanno appreso dai dati raccolti. Quattro nuovi articoli pubblicati sulla rivista Nature recentemente hanno rivelato nuove scoperte che potrebbero riscrivere il modo in cui comprendiamo le stelle.

"La complessità è stata strabiliante quando abbiamo iniziato a esaminare i dati", ha affermato Stuart Bale, ricercatore capo della suite di strumenti della sonda presso l'Università della California. "Ora, mi ci sono abituato. Ma quando ho mostrato i dati ai colleghi per la prima volta, sono semplicemente rimasti spiazzati."

La scoperta più sorprendente del team riguarda i campi magnetici del Sole, che sembrano muoversi "avanti" e "indietro" causando disturbi locali. La causa di questi cambiamenti (chiamati "switchbacks") è ancora un mistero per gli scienziati.

I ricercatori hanno anche scoperto che la radiazione del Sole vaporizza le particelle di polvere cosmica attorno a sé, lasciando una zona vuota - cioè priva di polvere - di 5.6 milioni di chilometri. Inoltre, i venti solari ruotano attorno alla stella a velocità "quasi dieci volte in più di quanto previsto dai modelli standard", secondo Justin Kasper dell'Università del Michigan.

"Il Sole è l'unica stella che possiamo esaminare da vicino", afferma Nicola Fox della Heliophysics Division della NASA. "Ottenere i dati alla fonte sta già rivoluzionando la nostra comprensione della nostra stella e delle stelle in tutto l'universo. Il nostro piccolo veicolo spaziale sta combattendo in condizioni brutali per inviare a casa sorprendenti ed emozionanti rivelazioni." Ma non è tutto, perché il Parker Solar Probe tenterà di avvicinarsi ancora di più al Sole il 29 gennaio 2020.

Quanto è interessante?
11