Sospiro di sollievo per Huawei: gli USA concedono una proroga di 45 giorni

Sospiro di sollievo per Huawei: gli USA concedono una proroga di 45 giorni
di

Nonostante le recenti tensioni, alla fine gli Stati Uniti d'America hanno concesso a Huawei una nuova proroga di 45 giorni. Il precedente "accordo" sarebbe dovuto scadere il 16 febbraio 2020, ma adesso la data di scadenza è stata spostata a fine marzo 2020.

Come riportato anche da Reuters, l'azienda cinese può quindi tirare un sospiro di sollievo, anche se chiaramente la situazione rimane sempre la solita e non è esattamente rosea. Le tensioni con gli USA e con l'amministrazione Trump sembrano infatti tutt'altro che risolte e il problema relativo all'impossibilità di utilizzare i servizi Google in campo smartphone rimane.

Per questo motivo, recentemente è emerso che Huawei, OPPO, Xiaomi e Vivo starebbero cercando di fare fronte comune per realizzare una valida alternativa al Play Store dell'azienda californiana. Inoltre, non bisogna dimenticarsi del fatto che la società cinese ha annunciato il suo sistema operativo HarmonyOS. Nonostante quest'ultimo non sia ancora pronto per essere utilizzato in campo di dispositivi mobili, è evidente il fatto che Huawei voglia puntare sempre di più all'indipendenza tecnologica.

Non a caso, l'azienda cinese sta provando a convincere gli sviluppatori a portare le proprie applicazioni su App Gallery, ovvero il suo store digitale proprietario. Oltre a questo, si vocifera che Huawei voglia preinstallare le applicazioni più famose di ogni Paese sui suoi prossimi smartphone (a partire dalla gamma P40).

Quale sarà il futuro dell'azienda cinese? Staremo a vedere, al momento è molto difficile fare previsioni.

FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
2
Sospiro di sollievo per Huawei: gli USA concedono una proroga di 45 giorni