Trovato sottoterra il luogo in cui Enrico VIII quasi morì

Trovato sottoterra il luogo in cui Enrico VIII quasi morì
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Al Palazzo di Greenwich, Inghilterra, è stato trovato ad 1 metro e 7 di profondità, grazie all'uso del georadar, il luogo esatto dove, secondo le fonti, Enrico VIII ebbe l'incidente che mutò per sempre il suo comportamento da uomo brillante e stupendo a quello di un folle tiranno.

Molte fonti spagnole e veneziane, prima e dopo l'incoronazione di Enrico VIII nel 1509, elogiavano il carisma e l'intelligenza del nuovo sovrano inglese. Al contrario, dopo un famoso incidente che gli causò, secondo studi moderni, un trauma cranico, la sua figura mutò per sempre in quel personaggio tanto odiato, ma al contempo affascinante da studiare, che conosciamo.

Gli archeologi hanno cominciato le ricerche nel Palazzo di Greenwich in occasione del 500esimo anniversario dalla costruzione del Campo del Drappo d'Oro.

Questo evento, tenutosi nelle Fiandre, fu fondamentale per la storia diplomatica tra Francia ed Inghilterra nel XVI secolo, perché il re francese, Francesco I, accolse in questo sfarzoso accampamento Enrico VIII per discutere di una possibile alleanza contro Carlo V, il famoso re di Spagna sul cui regno non tramontava mai il sole. Le due fazioni firmarono un trattato che, anche se ebbe vita molto breve, poneva fine agli scontri tra le due potenze monarchiche.

L'obiettivo dei ricercatori, fin dal principio, era quello di inaugurare una ricerca sul campo proprio in occasione di un evento così importante per la storia dei Tudor. Hanno, quindi, iniziato a scannerizzare l'area del palazzo di Greenwich con il georadar che, ultimamente, risulta essere un ottimo strumento per le scoperte archeologiche importanti - come quella di Falerii Novi, un'antica città romana.

Poco dopo aver recuperato le immagini dell'area, gli esperti hanno notato la presenza di due sezioni ottagonali. Il famoso campo dei tornei dove, secondo la documentazione del Cinquecento, Enrico VIII ebbe il suo incidente venne ritratto nei dipinti dell'epoca con 8 colonne esterne. E' stato, di conseguenza, abbastanza immediato per gli archeologi pensare che forse in uno di questi due luoghi il burbero sovrano inglese abbia quasi perso la vita.

"La localizzazione col georadar è stato solo il primo step. Adesso dovremo scavare per capire cosa c'è là sotto" ha spiegato Simon Withers, ricercatore, con un futuro dottorato all'Università di Greenwich, che ha preso parte allo studio.

E' importante che gli scavi abbiano inizio, perché così si potrà conoscere di più la storia di quell'immensa struttura che doveva ospitare i fastosi banchetti e duelli voluti dal sovrano. Inoltre, si potranno ricavare maggiori informazioni sulle dinamiche che portarono Enrico VIII a cadere da cavallo e ad avere un incidente quasi mortale.

Bisogna tenere presente che, quando avvenne questo "rivoluzionario" evento nella vita del re inglese, Anna Bolena aveva già dato alla luce Elisabetta Tudor e aspettava un altro bambino. Il fatto che la seconda moglie del re avesse dato per scontato che suo marito sarebbe morto venne considerato molto sospettoso a corte.

Quando, rimesso dall'incidente, Enrico VIII venne a sapere delle parole della nuova moglie e del fatto che avesse perso il bambino (se non avesse abortito naturalmente, avrebbe dato alla luce probabilmente un erede maschio), iniziò a complottare la sua morte. Non fu difficile, non appena riuscì a riprendersi le forze perse in lunghi mesi di "ricovero", condannarla a morte per adulterio ed incesto.

Quanto è interessante?
1