SpaceX e Crew-1: attracco perfetto, ora è tempo di scienza, ravanelli e Baby Yoda!

SpaceX e Crew-1: attracco perfetto, ora è tempo di scienza, ravanelli e Baby Yoda!
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Difficilmente sarà sfuggita la notizia, ma a quanto pare l'attracco tra la capsula Crew Dragon della SpaceX e la Stazione Spaziale Internazionale è avvenuto con successo. Ora è tempo, finalmente, di dare il via a diversi esperimenti scientifici, con tanto di passeggero "clandestino".

Il 17 novembre 2020 dopo un viaggio durato circa 27 ore, la navetta Resilience ha eseguito con successo la manovra di rendez-vous attraccando all'"International Docking Adapter" (IDA) sul modulo "Harmony" della Stazione Spaziale Internazionale verso le ore 05:00 del fuso orario italiano. A bordo c'erano i quattro astronauti che hanno completato l'equipaggio della Expedition 64, ma anche molti esperimenti scientifici.

Grazie all'impeccabile lavoro svolto dalla NASA e da SpaceX adesso la Crew Dragon è lì dolcemente attraccata alla ISS, e ci rimarrà per ben 180 giorni fin a quando non sarà riutilizzata per riportare sulla Terra alcuni membri dell'equipaggio. Per questi mesi inoltre, la capsula verrà usata anche come "camera da letto" aggiuntiva, in quanto la missione Crew-1 ha fatto esaurire tutti i posti letto sulla ISS.

Ma non sono solo i numeri e i grandi traguardi ad interessarci: sulla capsula erano stivati diversi esperimenti scientifici degni di nota, e che continueranno ad aumentare la nostra comprensione dello Spazio e della Terra stessa:

L'astronauta Victor J. Glover, per esempio, sarà anche il tester principale dell'esperimento "Food Physiology". Il fluttuare in assenza di gravità per lungo tempo può comportare diversi cambiamenti all'organismo e alla flora batterica intestinale degli esseri umani: l'astronauta avrà il compito di raccogliere alcuni "prodotti biologici" personali e analizzarne la composizione microbica, relazionandola alle diverse diete seguite nel corso dei mesi.

Non mancheranno i test sulle future tute spaziali della NASA progettate per le attività lunari: le xEMU. L'agenzia spaziale sta testando le nuove tute sott'acqua, ma adesso potrà raccogliere dati preziosi sul loro utilizzo direttamente nello Spazio, grazie ad una serie di passeggiate spaziali "simulate". Verranno eseguite 25 passeggiate simulate per un totale di 8h di dati.

Trova posto anche la ricerca biologica: come già vi abbiamo accennato il mese scorso, sono stati inviati sulla Stazione Spaziale alcuni campioni di piante di "ravanelli", per il programma "Plant Habitat-2". Questi esperimenti scientifici tentano di migliorare le nostre capacità di autosostentamento nello spazio, soprattutto in vista di missioni spaziale sempre più lunghe e difficoltose; gli astronauti appena giunti sulla ISS avranno il compito importantissimo di prendersene cura.

Sapevate inoltre che a bordo della capsula Crew Dragon c'era un passeggero clandestino? Come potete notare dalla foto in calce alla news è stato avvistato nientepopodimeno che Baby Yoda, anche lui utilizzato per uno scopo "scientifico"! È stato adoperato come indicatore empirico della raggiunta situazione di "Zero-G": vederlo svolazzare in giro significava che la capsula era giunta nella "caduta libera infinita", proprio come la ISS.

La Stazione Spaziale Internazionale potrebbe presto ricevere una nuova "porta spaziale", utile per conservare e sviluppare molti più esperimenti scientifici.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
3
SpaceX e Crew-1: attracco perfetto, ora è tempo di scienza, ravanelli e Baby Yoda!