di

Il razzo più potente al mondo, il Falcon Heavy di SpaceX, ha ufficialmente spiccato il volo ieri sera dal pad di Cape Canaveral, in Florido, con a bordo la Tesla Roadster, che è stato inviata in orbita. Il primo volo è andato liscio ed il razzo Falcon Heavy è anche riuscito ad atterrare nell'oceano, dimostrando la proporia affidabilità.

E' bene però precisare che la missione non è andata come sperato, dal momento che solo due booster su tre sono riusciti a tornare sulla Terra, ma l'amministratore delegato Elon Musk ha definito il tutto "un piccolo incidente" che non toglierà certo il sorriso agli ingegneri.

Il problema si è verificato verso le 21.30 di ieri sera, dopo di che il Falcon Heavy è riuscito a spiccare il volo senza alcun tipo di problema, con tutte le fasi del volo e preparazione superate eccellentemente. L'unica macchina, come dicevamo poco sopra, è rappresentato dal ritorno della terra di due booster su tre. L'azienda aveva intenzione di riutilizzarli, ma dopo qualche ora di attesa è stata costretta ad ammettere che per uno non c'è stato nulla da fare e quindi ha alzato bandiera bianca. Nella fattispecie, SpaceX ha affermato che il nucleo centrale non è riuscito a tornare sulla Terra ferma, ma almeno ad oggi non è noto il motivo: alcuni imputano il tutto alla mancanza di propellente, che sarebbe riuscito ad accendere solamente uno dei tre motori.

A questo punto la palla passerà agli ingegneri, che dovranno analizzare l'incidente per evitare altri problemi del genere. La cosa però più importante è rappresentata dall'affidabilità mostrata dal Falcon Heavy, che si è dimostrato essere il razzo più potente al mondo grazie ai 27 motori che permetteranno a SpaceX ed i vari partner di portare in orbita carichi molti pesanti. Il test, come dicevamo poco sopra, è stato effettuato con la Tesla Roadster, che è stata lanciata in orbita a bordo del razzo.

In calce vi proponiamo il tweet attraverso cui SpaceX ha annunciato il lancio.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5