SpaceX e la NASA lanciano TESS, il telescopio spaziale per la scoperta di esopianeti

di

Nell'universo sono presenti milioni (se non miliardi) di pianeti, ma al momento ne conosciamo pochi per colpa della distanza e la tecnologia. La NASA, insieme ad altre Agenzie Spaziali statali, sta però tentando di colmare questo vuoto attraverso nuove tecnologie.

E' proprio questo il motivo per cui è stato creato TESS, acronimo di Transiting Exoplanet Survey Satellite, il primo satellite extrasolare al mondo che è stato lanciato la scorsa notte a bordo di un Falcon 9 di SpaceX.

L'obiettivo di TESS sarà stabilirsi in orbita per espandere le conoscenze degli esseri umani e, se possibile, scoprire nuovi pianeti extrasolari.

Realizzato da Orbital ATK, una compagnia nota nel settore aerospaziale ma anche in quello della difesa, TESS è stato lanciato a bordo del razzo più famoso della società di Elon Musk dal pad di lancio di Cape Canaveral, in Florida.

Si è trattato di un lancio senza alcun intoppo: il satellite si è separato dal veicoli di lancio 49 minuti dopo il decollo e si è posizionato nella sua orbita ellittica. Qualora non dovesse succedere nulla nel giro di sessanta giorni, come tutti sperano, TESS inizierà la scansione dei pianeti.

La particolarità del Satellite, che lo rende il primo ed al momento unico del genere, è rappresentata dal fatto che include quattro telecamere ultra wide che si concentreranno sulla rilevazione di pianeti che orbitano attorno a stelle particolarmente luminose e "vicine" al nostro sistema solare. I dati di TESS verranno utilizzati per scovare questi pianeti che potranno essere studiati in un secondo memonto dai rilevatori terrestri o da telescopi spaziali come Hubble o il James Webb Telescope.

Per sapere di più su TESS vi rimandiamo al nostro speciale dedicato che ne analizza le caratteristiche, per scoprire nello specifico quale sarà la missione della sonda spaziale.

FONTE: Slashgear
Quanto è interessante?
3