di

Lo scorso 11 gennaio, SpaceX ha lanciato correttamente in orbita, tramite il suo razzo Falcon 9, 10 satelliti Iridium Next. La missione Iridium-8 prevedeva la sostituzione degli oramai obsoleti satelliti lanciati tra il 1997 e il 2002, che servono per "tenere in vita" l'unico servizio di telecomunicazione satellitare globale.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi di The Verge e come potete vedere nel video presente qui sopra, la "rete" Iridium Next, composta da 75 satelliti, è ora finalmente completa con questo lancio. Infatti, SpaceX ha effettuato periodicamente diverse "spedizioni" da 10 satelliti l'una (ovviamente una ne ha portati in orbita solamente 5). Tuttavia, le ambizioni della società di Elon Musk non si fermavano chiaramente qui.

Infatti, dopo il successo del lancio di ottobre 2018, che aveva visto il primo atterraggio sulla terraferma del razzo riutilizzabile Falcon 9, anche questa volta era ovviamente previsto il recupero. Tutto è andato secondo i piani e il razzo è correttamente atterrato su una nave-drone nell'Atlantico, cosa che ha portato il numero di "recuperi" effettuati da SpaceX a 33. Inoltre, i 10 satelliti Iridium Next sono stati posizionati in orbita con successo.

Insomma, un inizio anno positivo per Elon Musk e SpaceX, nonostante il recente cambio di strategia.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
6

Acquista il puzzle 3D della Stazione Spaziale Internazionale su Amazon.it e divertiti a costruire il modellino della ISS!

SpaceX: la prima missione del 2019 è un successo, lanciati i satelliti Iridium