SpaceX recupera le semi-ogive 'al volo' con delle reti: ecco i video!

SpaceX recupera le semi-ogive 'al volo' con delle reti: ecco i video!
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Elon Musk, ovvero la quinta persona più ricca del mondo, non smette mai di stupire. Questa volta, la sua SpaceX è riuscita a effettuare un'intrigante recupero.

In particolare, stando anche a quanto riportato da Engadget e TechCrunch e come si può vedere nei video pubblicati dalla stessa SpaceX su Twitter, non solo il lancio di ieri 20 luglio 2020 è stato un successo, ma la compagnia di Elon Musk è riuscita a recuperare entrambe le semi-ogive del razzo. Elon Musk aveva già preannunciato il traguardo tramite un tweet pubblicato questa mattina.

Insomma, la missione ANASIS-2, che ha portato correttamente in orbita un satellite sudcoreano che verrà utilizzato per le comunicazioni militari, è stata molto interessante per vari motivi. Pensate che poco prima del lancio c'è stato un evento mozzafiato, ovvero il passaggio della cometa NEOWISE sopra la zona del lancio. Inoltre, non è mancato il corretto ritorno a Terra del primo stadio del Falcon 9, atterrato sulla nave drone "Just Read the Instructions".

Per quanto riguarda le succitate semi-ogive, dovete sapere che queste ultime spesso si "perdono" nel corso di un lancio di questo tipo. Tuttavia, la volontà di Elon Musk di recuperare il più possibile, come già fatto con il primo stadio del razzo, ha portato SpaceX a studiare un metodo per non "buttare" le semi-ogive e recuperarle nel minor tempo possibile. D'altronde, i costi in ambito spaziale sono molto alti e in questo caso stiamo parlando di svariati milioni di dollari.

Se vi state chiedendo in che modo è avvenuto il recupero, dovete sapere che SpaceX ha utilizzato due navi con delle reti che hanno recuperato "al volo" le semi-ogive (queste ultime dispongono di una sorta di paracadute). In ogni caso, la compagnia di Musk ha pensato a tutto. Infatti, nel caso le navi non riuscissero nel loro intento, le semi-ogive sono in grado di galleggiare e possono dunque essere recuperate anche in seguito. Nel caso ve lo stiate chiedendo, sì: anche in questo caso i nomi delle navi sono "atipici". Infatti, queste ultime si chiamano GO Ms Tree e GO Ms Chief.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2
SpaceX recupera le semi-ogive 'al volo' con delle reti: ecco i video!