SpaceX utilizzerà due impianti petroliferi in disuso per lanciare la sua nave spaziale

SpaceX utilizzerà due impianti petroliferi in disuso per lanciare la sua nave spaziale
INFORMAZIONI SCHEDA
di

SpaceX ha acquistato due enormi piattaforme petrolifere che convertirà in "spazio porti galleggianti" da utilizzare in futuro con il suo veicolo spaziale Starship. Le due strutture petrolifere sono state chiamate nientemeno che Phobos e Deimos, le lune di Marte (di cui vi abbiamo già parlato in passato).

Possono essere trovate al largo del porto di Pascagoula, in Mississippi. Così come notato dal fotografo aerospaziale Jack Beyer, alle due piattaforme sono state persino date targhette in linea con i loro nuovi nomi. Potrete trovare il post in questione, condiviso dal fotografo su Twitter, come sempre il calce alla notizia.

SpaceX ha già espresso il suo interesse nella creazione di "spazi porti galleggianti" in giro per il mondo, così da agevolare il lancio della loro nave spaziale di prossima generazione (che attualmente è già arrivata al suo prototipo numero 9). La conversione delle piattaforme petrolifere come mezzo di lancio, infatti, fa parte dei piani della compagnia di Elon Musk da tempo.

Non è ancora chiaro quando SpaceX inizierà a lavorare sulla conversione dei due giganteschi impianti petroliferi. L'inizio dei lavori, senza alcun dubbio, dipenderà moltissimo dallo sviluppo dell'astronave Starship; se dovesse andare tutto per il meglio potremmo aspettarci di vedere alcune modifiche apportate alle piattaforme petrolifere il prima possibile.

FONTE: inverse
Quanto è interessante?
1