Nello spazio potrebbero esistere dei "muri invisibili" creati da particelle sconosciute

Nello spazio potrebbero esistere dei 'muri invisibili' creati da particelle sconosciute
di

Secondo alcune delle teorie più sostenute, le galassie più piccole dovrebbero essere distribuite attorno a quelle più grandi in orbite apparentemente casuali. Tuttavia così non è, e le più piccole si dispongono in dischi sottili attorno ai loro ospiti, per quale motivo?

Gli scienziati stanno cercando di capire questo divario, suggerendo che le galassie più piccole possano avere dei "muri invisibili" creati da una nuova classe di particelle chiamate "simmetroni". Due ricercatori dell'Università di Nottingham suggeriscono che una "quinta forza" sia capace di disporre le galassie in forma di disco.

Secondo la loro teoria, queste particelle speculative che i ricercatori hanno usato per spiegare le lacune nella nostra conoscenza del cosmo, potrebbero generare dei "muri di dominio", o confini, nello spazio. "Sappiamo che abbiamo bisogno di nuove particelle perché abbiamo materia oscura ed energia oscura e quindi sospettiamo che avremo bisogno di aggiungere nuove particelle al nostro modello standard per spiegare queste cose", Aneesh Naik, ricercatore presso l'Università di Nottingham, e principale autore dello studio che deve ancora essere pubblicato.

"Questo è il contesto in cui le persone studiano teorie come quella del simmetrone: è una nuova particella candidata per l'energia oscura e/o la materia oscura", ha aggiunto infine l'esperto. Insomma, tutto è ancora ovviamente incerto ma queste "particelle teoriche" potrebbero - almeno un giorno - essere trovate e rivoluzionare la fisica.

Nel frattempo, in futuro la materia oscura potrebbe essere un potentissimo carburante.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
5