di

Con oltre 33 metri di lunghezza e 150 tonnellate di peso, la balenottera azzurra è senza dubbio il più grande animale della Terra. Per rendere la loro dieta energeticamente sostenibile, queste creature devono cacciare in modo intelligente. Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista PeerJ spiega come ci riescono.

Per permettersi uno stile di vita così costoso dal punto di vista energetico, queste balene devono mirare alla quantità durante i loro pasti. Aprire la bocca per poche quantità di cibo è inutile, poiché aprendo le loro immense mascelle sprecherebbero più energia di quella assunta.

"Le persone pensano che le balene debbano immergersi in profondità per raggiungere le zone più fitte di prede, ma se riescono a trovare la loro preda in acque poco profonde, è effettivamente più energicamente redditizio nutrirsi vicino alla superficie", afferma Leigh Torres del Marine Mammal Institute dell'OSU. "Questa popolazione di balene in Nuova Zelanda, ha foraggiato di più nelle aree in cui la loro preda era densa e poco profonda."

Queste creature, quindi, prediligono cacciare vicino la superficie, dove sono in grado di immergersi per periodi di tempo più brevi, cosa che consuma meno energia. I risultati degli esperti mostrano che le balenottere azzurre vicino alla Nuova Zelanda hanno avuto tempi di immersione relativamente brevi rispetto alle popolazioni al largo della costa della California, immergendosi per 2.5 minuti rispetto a 10 minuti. Quando è stato osservato il foraggiamento di superficie, inoltre, il tempo di immersione delle balene della Nuova Zelanda è sceso ancora di più, a soli 1.75 minuti.

Gli autori dello studio hanno catturato fantastici filmati di questa loro strategia con i droni, che potrete vedere in allegato alla notizia. Recentemente, inoltre, è stato misurato il battito cardiaca della balenottera azzurra.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
8