Spopolano i malware inviati tramite file di Microsoft Office, attenzione!

Spopolano i malware inviati tramite file di Microsoft Office, attenzione!
di

Mentre Microsoft è ancora alle prese con gli effetti dell’attacco a Orion SolarWinds, un nuovo rapporto in ambito cybersicurezza ha dimostrato che nel 2020 c’è stato un picco nella distribuzione di file del pacchetto Office contenenti malware, rivelando la popolarità dei programmi Microsoft come mezzi per distribuire virus.

Secondo la società di sicurezza informatica SonicWall, infatti, l’anno scorso c’è stato un boom del 67% della diffusione di malware tramite tali file, comprese varianti di virus completamente nuove di zecca. In particolare, ci sarebbe stato un aumento del 74% nel rilevamento di varianti di malware completamente nuove, per un totale di addirittura 268.362 malware mai visti prima.

Come se non bastasse, i criminali informatici avrebbero sfruttato le falle di sicurezza anche per attaccare dispositivi Internet of Things situati nelle case dei dipendenti che, a causa della pandemia, si sono visti costretti a lavorare in smart working. Sempre secondo SonicWall, in tutto ci sarebbero stati 56,9 milioni di attacchi verso tali prodotti per un aumento del 66% YoY.

Il mondo dei ransomware sarebbe altrettanto popolare, con una crescita del 62% a livello globale grazie soprattutto al boom della variante Ryuk apparsa nel 2019 e diventata sempre più famosa tra gli hacker. A oggi, in totale, sarebbero stati registrati 109 milioni di casi di attacchi con Ryuk in tutto il mondo, i quali hanno colpito maggiormente i computer di aziende che si occupano della vendita al dettaglio, seguiti dal settore della sanità e da quello governativo.

Bill Conner, Presidente e CEO di SonicWall, ha affermato: “Il 2020 ha offerto una tempesta perfetta per i criminali informatici e un punto critico di svolta per la corsa agli armamenti informatici. La pandemia - insieme al lavoro a distanza, un clima politico carico, i prezzi record della criptovaluta e gli attori delle minacce che utilizzano strumenti e storage cloud - hanno portato l'efficacia e il volume degli attacchi informatici a nuovi massimi. Questa ultima intelligence sulle minacce offre uno sguardo su come i criminali informatici hanno cambiato e perfezionato le loro tattiche, dipingendo un quadro di ciò che stanno facendo in mezzo al futuro incerto che ci aspetta”.

Il trend sembrerebbe continuare anche nel 2021, stando alle prime indagini preliminari, dunque l’invito nostro e degli esperti è quello di prestare molta attenzione a quali file si scaricano da Internet.

Intanto, anche su iPhone è stata scoperta una grave falla di sicurezza nell’applicazione Call Recorder, scaricata da oltre un milione di utenti.

FONTE: TechRadar
Quanto è interessante?
1