Spotify si prepara al debutto in borsa: quotazione imminente

di

Non sono ormai un segreto le intenzioni di Spotify di approdare in borsa, ma almeno al momento non è noto quando avverrà la quotazione della famosa piattaforma di streaming musicale.

Secondo quanto riportato da Axios, la compagnia nordeuropea avrebbe già depositato i documenti necessari per l'IPO (offerta pubblica iniziale) presso la US Securities and Exchange Commission lo scorso mese di Dicembre.

L'azienda, ovviamente, si è rifiutata di commentare questi rumor, in quanto potrebbero scatenare le speculazioni dei possibili investitori. Gli insider però riferiscono che Spotify ha scelto di debuttare in borsa con il direct listing, per abbassare i costi per analisti ed evitare la perdita di denaro.

La tempistica suggerisce che la quotazione in borsa potrebbe avvenire già nel corso del primo trimestre del 2018, ma la recente causa presentata da Wixen Music, che ha citato in giudizio Spotify chiedendo un risarcimento danni da 1,6 miliardi di Dollari per la pubblicazione delle tracce di artisti del calibro dei Doors, potrebbe portare ad un rinvio. Spotify, infatti, avrebbe tutte le ragioni del mondo a rinviare il debutto in borsa dopo aver sistemato tutte le faccende legali.

La quotazione della compagnia, però, si appresta ad essere uno degli eventi più importanti ed attesi di questo 2018, e potrebbe portare a novità molto interessanti per tutti gli abbonati al servizio di streaming musicale, che ormai da tempo si sta confermando uno dei colossi del mercato.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
3