Spotify starebbe punendo gli artisti che hanno firmato contratti di esclusiva

di

A quanto pare la guerra tra Spotify ed Apple Music è destinata a diventare sempre più aspra. Secondo i nuovi rapporti pubblicati dal New York Times e Bloomberg, la querelle tra le due parti si starebbe spostando sugli artisti.

La compagnia nordeuropea, infatti, avrebbe esplicitamente detto agli artisti che hanno intenzione di offrire esclusive ad Apple Music che la loro musica non sarà più inclusa nelle playlist in primo piano, ed inoltre i gestori avrebbero anche letteralmente “sepolto” le loro canzoni nelle classifiche di ricerca. A quanto pare il servizio di streaming svedese starebbe utilizzando queste tattiche da circa un anno.
Nell’articolo si legge che “Spotify ha fatto delle rappresaglie contro i musicisti che offrono le loro nuove canzoni in esclusiva su Apple Music. Ha reso le loro canzoni più difficili da trovare, e non le ha più incluse nelle playlist in primo piano, il tutto perchè non vuole essere identificato come un’alternativa ad un servizio più importante”.
E’ chiaro che questa tattica potrebbe influenzare, in maniera significativa, le strategie dei principali artisti, ma secondo Bloomberg, Spotify avrebbe anche minacciato azioni simili per quegli artisti che collaborano con la Beats 1 Radio di Zan Lowe.
I principali artisti che hanno scelto Apple Music per la pubblicazione dei loro album sono Drake, Frank Ocean, Dreezy, Taylor Swift e Katy Perry, il che ha messo a disagio le etichette discografiche che si sono trovate immischiate in una guerra.
Spotify, però, interrogato sulla questione ha smentito categoricamente tali indiscrezioni attraverso un portavoce.

FONTE: Macrumors
Quanto è interessante?
0