Ecco la squadra messa insieme da Joe Biden per "indagare" sui progressi della NASA

Ecco la squadra messa insieme da Joe Biden per 'indagare' sui progressi della NASA
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Come capo di stato neoeletto, Joe Biden ha il dovere di informarsi su tutto ciò che riguarda l’agenzia spaziale NASA, al fine di fare un punto chiaro della situazione. A tal riguardo è appena stato selezionato un gruppo scelto di figure di spicco utili alla "transizione".

Il gruppo sarà composto da otto persone: cinque donne e tre maschi, tutti con un’elevata esperienza in ambito aerospaziale. Tra di loro vi sono ex ingegneri NASA e persino astronauti con diverse missioni sulle spalle: la loro esperienza servirà alla nuova amministrazione democratica per fare un punto chiaro e preciso sui lavori in corso nell’agenzia, ma anche per coadiuvare la “transizione” tra i poteri.

I membri della squadra annunciati dal comunicato ufficiale sono i seguenti, ed ognuno si occuperà di un aspetto differente della revisione:

  • Ellen Stofan: geologa planetaria che attualmente dirige il National Air and Space Museum della Smithsonian Institution, la prima donna in assoluto a farlo. È anche stata scelta come capo del team;
  • Waleed Abdalati: capo del CIRES, un istituto nato dalla collaborazione tra il NOAA e l’Università di Boulder (Colorado) per la ricerca in scienze ambientali al fine di comprendere i sistemi dinamici di clima e ambiente della Terra. È stato anche scienziato capo della NASA da gennaio 2011 a dicembre 2012;
  • Jedidah Isler: assistente professoressa di astrofisica al Dartmouth College che, nel 2014, è diventata la prima donna afroamericana a conseguire un dottorato di ricerca in astrofisica all’Università di Yale;
  • Bavya La: scienziato presso l'”STPI” (Istituto di politica scientifica e tecnologica statunitense), un centro di ricerca e sviluppo finanziato a livello federale con sede a Washington;
  • Pam Melroy: ufficiale in pensione dal 2009 della US Air Force, nonché ex astronauta della NASA che ha eseguito cinque voli nello spazio, di cui tre a bordo dello Space Shuttle.
  • Dave Noble: Noble è direttore esecutivo dell'American Civil Liberties Union (ACLU) del Michigan e che già in passato ha svolto ruoli di transizione e di collegamento tra il Gabinetto americano e l’agenzia spaziale, in particolar modo durante il doppio mandato del ex presidente Obama.
  • Shannon Valley: anche lei non è nuova a questo genere di attività: durante i primi cinque anni di amministrazione del presidente Barack Obama, la dottoressa Valley ha lavorato alla Casa Bianca e presso la sede della NASA come collegamento tra il Congresso e i programmi scientifici dell'agenzia spaziale.
  • David Weaver: direttore delle comunicazioni per l'Air Line Pilots Association e che ha ricoperto il ruolo di amministratore associato per l'Ufficio delle comunicazioni della NASA dal 2010 al 2016.

Dall’equipe messo insieme sembra che la questione dello Spazio sia stata presa finalmente in esame, e presto potrebbero esserci interessanti aggiornamenti per quanto riguarda il futuro dell’esplorazione spaziale. Tra le incognite più interessanti da risolvere c’è chi sarà il nuovo direttore della NASA, posto che presto sarà vacante da quando Jim Bridenstine ha annunciato le sue dimissioni per “incongruenze” politiche.

FONTE: Space.com
Quanto è interessante?
3