La missione BepiColombo dell'ESA per l'esplorazione di Mercurio è prossima alla partenza

La missione BepiColombo dell'ESA per l'esplorazione di Mercurio è prossima alla partenza
di

Presto l'orbiter internazionale BepiColombo progettato dall'agenzia spaziale europea ESA partirà dalla terra. La data fissata per la partenza è il 20 ottobre, il giorno che segnerà la prima missione in assoluto dell'europa verso Mercurio, il pianeta più vicino al Sole, nonché il più piccolo e meno esplorato.

Non è un caso se Mercurio è il pianeta che conosciamo meno di tutti nel sistema solare: è quasi privo di atmosfera e la sua vicinanza al Sole rende difficile un qualsiasi viaggio per esplorarlo. BepiColombo dovrà passare 9 volte vicino ad un pianeta prima di arrivare a destinazione su Mercurio, in un viaggio di 9 miliardi di km che durerà 7 anni e che dovrebbe concludersi a dicembre del 2025.

Nel video in calce alla news trovate una rappresentazione grafica della traiettoria che dovrà compiere la sonda, aiutata dalla spinta della terra, di Venere e di Mercurio stesso. La sola simulazione di questo viaggio complesso è costata mesi di lavoro agli addetti ai lavori.

La missione nasce dalla collaborazione tra l'ESA e la JAXA, agenzia spaziale giapponese. Il Mercury Planetary Orbiter è opera dell'ESA, mentre il Mercury Magnetospheric Orbiter è stato costruito dalla JAXA. Sarà il Mercury Transfer Module a portare entrambi gli orbiter a destinazione, nel lungo viaggio che vi abbiamo appena descritto. Una foto del modulo decomposto è visibile a questo link.

Nel 2025 i due orbiter cominceranno a raccogliere dati su Mercurio: parliamo della sua composizione, della densità, del campo magnetico, della sua atmosfera e dell'interazione tra il pianeta e il Sole.

FONTE: esa
Quanto è interessante?
6

Acquista il puzzle 3D della Stazione Spaziale Internazionale su Amazon.it e divertiti a costruire il modellino della ISS!