Starship SN9 è in forma smagliante: pronta sul pad di lancio per i test e il "volo"

Starship SN9 è in forma smagliante: pronta sul pad di lancio per i test e il 'volo'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

SpaceX continua i suoi lavori sui prototipi di Starship, nonostante le feste di natale siano vicine. La compagnia ha completato tutti i suoi lanci previsti per il 2020 quindi in questa ultima settimana di dicembre potrà concentrarsi sulle sperimentazioni di SN9.

Il volo del prototipo SN8 di Starship è stato un esplosivo successo, dimostrando già il buon stato dei lavori a cui è arrivata la compagnia aerospaziale californiana - capitanata dal leggendario Elon Musk - per quanto riguarda il loro nuovo veicolo deputato ai grandi viaggi nello spazio profondo come Luna ma soprattutto Marte.

La navicella è ancora in fase sperimentale e, dopo la distruzione di SN8 (ampiamente preventivata), era ora che si facesse spazio ad SN9, modello quasi identico al precedente. I test su quest'ultimo sarebbero dovuti partire già la settimana scorsa, ma un piccolo incidente ha fatto accasciare il razzo nella struttura di contenimento, costringendo SpaceX a eseguire delle riparazioni sulle alette aerodinamiche mobili.

Come possiamo notare dalle foto e dai tweet in calce alla news sembra che la compagnia non abbia perso tempo e SN9 è già pronta sul pad di lancio di Boca Chica, Texas, per i dovuti accertamenti e test. La speranza dei più curiosi è che sia possibile assistere ad un altro volo suborbitale di prova prima della fine del 2020 e che possa concludersi o con una spettacolare esplosione o con un ancor più mirabolante atterraggio controllato.

Le probabilità che questo accada non sono alte: mancano pochi giorni alla fine dell'anno e al razzo occorreranno almeno una o due "accensioni a fuoco statico" (un test che prevede l'accensione dei motori per pochi secondi mantenendo ancorato e immobile il vettore). I motori Raptor montati alla base del veicolo sono ancora sotto attenta osservazione da parte di SpaceX ed è lecito presumere che almeno un test di prova sia d'obbligo.

Non va dimenticato infatti che - come stesso Musk ha riferito - il mancato atterraggio di SN8 (sebbene non fosse l'obiettivo del test) è stato causato da una sensibile perdita di pressione nei serbatoi, il che vuol dire che il sistema propulsivo è ancora da ultimare. SN9 potrebbe realizzare importanti passi in avanti per la compagnia, facendo avvicinare sempre di più il sogno della colonia umana su Marte.

Se non riusciremo a vedere SN9 volare entro capodanno state pur certi che il volo avverrà comunque entro le prime settimane di gennaio (escludendo problemi dell'ultimo secondo).

Quanto è interessante?
3