Una stella la metà del Sole ha prodotto un super brillamento 20 volte più potente

Una stella la metà del Sole ha prodotto un super brillamento 20 volte più potente
di

Una stella nana rossa chiamata AD Leonis (o Gliese 388), che ha circa il 39-42% della massa del Sole, ha eruttato un brillamento circa 20 volte più potente di qualsiasi getto sia mai venuto fuori dalla nostra stella. Il flare è stato avvistato a 16 anni luce di distanza all'interno della costellazione del Leone.

La maggior parte delle esplosioni di plasma espulse dalla stella nana rossa rientravano negli standard dell'astro. Tuttavia, un brillamento è stato abbastanza potente da sorprendere i ricercatori. "I brillamenti solari sono esplosioni improvvise che emanano dalle superfici delle stelle, incluso il nostro Sole", afferma l'astronomo Kosuke Namekata dell'Università di Kyoto.

Per quanto riguarda tali eruzioni, il nostro Sistema Solare è relativamente silenzioso. Le stelle più magneticamente attive possono "eruttare" milioni di volte più energia rispetto al Sole. Gli strumenti sulla Terra - come quello utilizzato per questa scoperta, il Seimei telescope - ci permettono di studiare in tutta tranquillità questi eventi estremi degli astri sistemi lontano da noi.

"Le nostre analisi del superbrillamento hanno prodotto alcuni dati molto interessanti", continua Namekata. "Questa è la prima volta che un fenomeno è stato segnalato ed è grazie all'alta precisione del telescopio Seimei". Insomma, una gran bella scoperta, ma gli esperti sperano di farne ancora - in tutta sicurezza nel nostro bello e tranquillo quartiere galattico.

Quanto è interessante?
3