Una stella nana ha creato un'esplosione 10 volte più grande di Giove

Una stella nana ha creato un'esplosione 10 volte più grande di Giove
di

Una stella Nana L situata a 250 anni luce di distanza, denominata ULAS J224940.13-011236.9, è circa un decimo del raggio del nostro sole (la stessa dimensione di Giove). Era talmente debole che nessun telescopio avrebbe potuto osservarla, fin quando i ricercatori hanno avvistato un'immensa esplosione.

I ricercatori dell'Università di Warwick usando il Next Generation Transit Survey (NGTS) hanno osservato la luminosità della stella per 146 notti. Il flare si è verificato nella notte del 13 agosto 2017 e ha emesso energia equivalente a 80 miliardi di megatonnellate di TNT.

Questo evento ha reso la stella nana L circa 10.000 volte più luminosa del normale, uno dei più grandi flare mai avvistati su una stella del genere. "Sapevamo che questo tipo di stella può mostrare bagliori incredibili, tuttavia la stella era troppo debole per consentire ai nostri telescopi di vederla, solo quando è esplosa è diventata abbastanza luminosa da consentirci di rilevarla con i nostri telescopi" ha affermato James Jackman, principale autore dello studio.

Le stelle nane sono gli unici oggetti conosciuti con una massa così "bassa" da essere stelle. Questi oggetti celesti emettono radiazioni principalmente nello spettro dell'infrarosso, che possono influenzare negativamente la capacità di sostenere la creazione della vita.

"Per ottenere reazioni chimiche su qualsiasi pianeta orbitante e per formare amminoacidi che costituiscono la base della vita, è necessario un certo livello di radiazioni UV. Queste stelle invece emettono principalmente radiazioni nell'infrarosso. Ma se producessero un bagliore grande come quello che potrebbe dare il via a qualche reazione" ha poi concluso James.

Insomma, un evento così spettacolare e incredibile potrebbe aver acceso anche la "scintilla" della vita nei pianeti vicini.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
9