Delle stelle "vagabonde" passano sorprendentemente spesso vicino il nostro Sistema Solare

Delle stelle 'vagabonde' passano sorprendentemente spesso vicino il nostro Sistema Solare
di

Ogni 50.000 anni circa, una stella "vagabonda" passa vicino al nostro sistema solare. Solitamente ciò avviene senza alcun tipo di conseguenza, tuttavia, a volte l'astro si avvicina così tanto da poter essere osservata perfino dalla Terra. Il più famoso di questi "vagabondi" stellari si chiama stella di Scholz.

Questo piccolo sistema binario è stato scoperto nel 2013 e il suo percorso orbitale indicava che, circa 70.000 anni fa, passò attraverso la nube di Oort, una sfera di corpi ghiacciati che circonda il confine del nostro sistema solare. Negli ultimi anni, gli scienziati hanno scoperto che questo tipo di incontri si verificano molto più spesso del previsto. La stella di Scholz non è stata il primo evento di questo tipo, e non sarà l'ultimo. "La stella di Scholz probabilmente non ha avuto un impatto enorme, ma dovrebbero esserci molte più stelle che sono passate che sono più massicce", afferma l'astronomo Eric Mamajek del Jet Propulsion Laboratory della NASA.

Grazie a un satellite dell'Agenzia spaziale europea chiamato Gaia, costruito per mappare le posizioni e i movimenti precisi di oltre un miliardo di stelle, ora sappiamo di altri incontri ravvicinati: nel 2018, un team di ricercatori guidato da Coryn Bailer-Jones del Max Planck Institute for Astronomy in Germania, ha utilizzato i dati di Gaia per tracciare i futuri incontri del nostro Sole con altre stelle. Gli esperti hanno scoperto che quasi 700 stelle passeranno entro 15 anni luce dal nostro sistema solare nel corso dei prossimi 15 milioni di anni.

Circa 20 stelle dovrebbero passare entro un paio di anni luce da noi ogni milione di anni. Una stella chiamata Gliese 710 passerà entro 10.000 unità astronomiche, ben all'interno del bordo esterno della nube di Oort. Con metà della massa del Sole, Gliese 710 è molto più grande della Stella di Scholz, che è solo il 15% della massa del nostro astro. Quando questo corpo celeste errante si avvicinerà al nostro quartiere galattico, brucerà come una sfera arancione brillante che supererà ogni altra stella nel nostro cielo notturno.

Questo evento potrebbe essere "l'incontro più sconvolgente nel futuro e nella storia del sistema solare", scrivono gli autori nel loro articolo, pubblicato sulla rivista Astronomy & Astrophysics.

FONTE: astronomy
Quanto è interessante?
3