Stephen Hawking: pagherei per inviare i negazionisti dei cambiamenti climatici su Venere

di

Come ormai noto, non tutti credono nei cambiamenti climatici. Nella lista degli scettici figurano anche personalità di spicco, come il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. che ha ironizzato sulla questione più volte, scatenando le ire di scienziati ed esperti.

Stephen Hawking, una delle menti più eccelse del nostro secolo, si è scagliato pesantemente contro i negazionisti e nel corso di una sessione di Q&A tenuta su CuriosityStream.com, ha affermato senza mezzi termini che pagherebbe per inviare su Venere coloro che non credono nei cambiamenti climatici.

"Venere è molto simile alla Terra. E' una sorta di cugino. Ha quasi le stesse dimensioni del nostro pianeta, ma è più vicino al sole, ed ha un'atmosfera" ha affermato lo stesso fisico, il quale ha poi evidenziato come su Venere la pressione sia circa 90 volte superiore a quella della Terra, "abbastanza alta da schiacciare un sottomarino".

La temperatura anche è elevatissima (200 gradi), il tutto a causa del mancato controllo dei gas serra. Hawking teme che lo stesso potrebbe anche accadere al nostro pianeta.

Uno studio effettuato dalla NASA nel 2002, infatti, ha suggerito che circa 4,5 miliardi di anni fa Venere, come la Terra, era un pianeta su cui era presente l'acqua, che è evaporata a causa dell'elevata temperatura.

Nessuno, meglio di lui può parlare di Venere, soprattutto se si parla di cambiamenti climatici, ecco perchè ha affermato senza mezzi termini che "la prossima volta che incontrate un negazionista dei cambiamenti climatici, ditegli di fare un viaggio su Venere. Glielo pago io il biglietto".

FONTE: cnet
Quanto è interessante?
10