Steve Wozniak: "Ho la sensazione che la blockchain sia una bolla, come le dot-com"

di

Continuano le "preoccupazioni" di Steve Wozniak in merito al mondo delle criptovalute e della blockchain. Molti hanno definito le prime come "una bolla", ma il cofondatore di Apple ora dichiara che probabilmente lo è anche la seconda.

In particolare, Wozniak ha dichiarato questo durante una recente conferenza NEX tenutasi a New York. Il cofondatore di Apple è stato molto chiaro in merito: quello che stiamo vedendo è già successo in passato, e non è andata a finire bene.

Infatti, il sessantasettenne ha parlato della nota bolla speculativa delle dot-com, sviluppatasi tra il 1997 e il 2000, con l'incredibile aumento del valore delle aziende attive in settori legati a Internet. Questo fece fiorire un numero molto alto di aziende, chiamate appunto dot-com per via della diffusione del dominio ".com" alla fine del loro nome, che poi finirono per perdere la maggior parte del loro valore tra il 2000 e il 2001. Alcuni degli esempi più lampanti furono Pets.com, che fallì completamente, e Cisco Systems, che perse circa l'86% delle azioni.

Ebbene, secondo Wozniak, questa situazione si sta ripetendo con la blockchain. In effetti, sono molte le aziende che aggiungendo tale parola al proprio nome hanno iniziato a ottenere maggiori investimenti, con il cofondatore di Apple che sostiene che non riusciranno a rispettare le attese.

"(Per quanto riguarda le dot-com, ndr) Si è trattata di una bolla, e ho la stessa sensazione riguardo alla blockchain. [...] Esistono tante ottime idee legate a progetti blockchain, che però rischiano di bruciare le proprie opportunità a causa di una pessima preparazione al lungo periodo", ha dichiarato Wozniak.

FONTE: CNBC
Quanto è interessante?
2
Steve Wozniak: 'Ho la sensazione che la blockchain sia una bolla, come le dot-com'