Stonex One Marconi e DaVinci ricompaiono in UAE scontati a meno di 70 euro

Stonex One Marconi e DaVinci ricompaiono in UAE scontati a meno di 70 euro
di

Era il 2015 quando qualcosa di nuovo si stava muovendo in ambito smartphone. Davide Erba, noto imprenditore italiano, aveva deciso di investire su un "dispositivo made in Italy" chiamato Stonex One. Questo era uno dei primi tentativi di provare a realizzare uno smartphone partendo dall'Italia, ma non tutto andò come sperato.

L'attenzione del pubblico di appassionati era piuttosto alta e, parliamoci chiaro, tutti avevano grandi aspettative in merito a Stonex One, viste anche le promesse fatte da parte dell'azienda. Il progetto coinvolse, tra gli altri, il famoso conduttore televisivo Francesco Facchinetti, che prestò la sua immagine per promuovere il prodotto. Inoltre, l'azienda aveva assunto gli abili sviluppatori di Hazy ROM per la realizzazione di una propria Custom ROM basata su Android, che si chiamava Ciao OS. Alcune testate avevano iniziato a paragonare Stonex a OnePlus, azienda che all'epoca era da poco reduce dell'annuncio di OnePlus One. Insomma, tutto sembrava essere molto interessante e, nella fase iniziale del progetto, la community di appassionati era in grande fermento.

Tuttavia, Stonex One ricevette dei voti poco più che sufficienti da parte della stampa specializzata, che però valutò positivamente la qualità costruttiva, il display e il relativamente basso prezzo di lancio (299 euro). Da lì in poi si scatenò un putiferio: Hazy ROM lasciò Stonex per via di problemi interni, la mancanza di aggiornamenti costanti e le risposte fornite dall'azienda tramite i social network fecero imbestialire parte dell'utenza e Altroconsumo chiese addirittura all'Antitrust di "verificare la presunta ingannevolezza nella pratica commerciale per la vendita del telefonino prodotto da Stonex". Stonex rispose che era al centro di "una quantità impressionante di attacchi gratuiti e diffamatori con la complicità di una parte della stampa a volte faziosa e in malafede", come riportato dal CORCOM.

Insomma, ancora oggi, nel 2019, è molto difficile ricostruire per bene la vicenda Stonex One (la verità la conoscono solamente le parti coinvolte), ma l'unica cosa certa è che non è andata a finire come tutti speravano. Ebbene, oggi siamo qui per tornare a parlarvi dei questo smartphone, che è ricomparso, nelle sue varianti Marconi e DaVinci, negli UAE (Emirati Arabi Uniti). Infatti, dopo essere finito tempo fa su Aliexpress sotto marchio SANTIN, ora lo smartphone è comparso su AWOK, ovvero uno dei più grandi negozi online degli Emirati Arabi Uniti, dove ha sede in quel di Dubai.

In particolare, come segnalato sul gruppo Facebook pubblico Stonex One Italia, Stonex One Marconi e DaVinci sono comparsi sulle pagine di AWOK con uno sconto superiore al 50% e vengono quindi venduti rispettivamente a circa 64 euro e circa 61 euro, con tanto di spedizione verso l'Italia tramite Posta Plus. Insomma, Stonex One alla fine sta facendo "il giro del mondo", ma non nel modo in cui tutti si aspettavano.

Tra l'altro, dovete sapere che il sempre attivissimo utente Raw Main sta continuando a mantenere aggiornato da solo il software di Stonex One, rilasciando periodicamente degli update, in modo da non lasciare da sole quelle persone che hanno acquistato il tanto sponsorizzato "smartphone italiano". Pensate che l'ultima build stabile è stata pubblicata lo scorso febbraio.

Quanto è interessante?
1
Stonex One Marconi e DaVinci ricompaiono in UAE scontati a meno di 70 euro