La storia del carro tracico di 2000 anni fa, trovato affianco alle ossa di un nobile

La storia del carro tracico di 2000 anni fa, trovato affianco alle ossa di un nobile
di

Nei lontani 2008 e 2009, un archeologo del Museo Istoricheski Muzej Nova Zagora, Veselin Ignatov, ha guidato la squadra che ha scoperto un carro di 2000 anni in Bulgaria. Durante gli scavi del tumulo funerario, il gruppo ha notato che il mezzo di trasporto era decorato con scene della mitologia tracia, ma non è tutto.

Vicino al carro vi era un uomo vestito con un’armatura, delle monete e degli anelli d’oro, una coppa d’argento con un disegno del dio greco Eros e degli attrezzi in legno e cuoio per la manutenzione delle stalle e la cura dei cavalli. I traci erano un popolo nomade di tendenza linguistica indoeuropea, nata circa 5.000 anni fa. L’epilogo di queste genti si ha con la conquista romana e la successiva assimilazione agli slavi. Come molte civiltà antiche in formazione, anche i traci indirizzavano i beni preziosi alla decorazione e alla realizzazione delle tombe. Le sepolture dei carri, quindi, erano molto comuni nell’odierno territorio della Bulgaria.

Il carro trovato nell’antica Tracia si mostrò agli archeologi ben conservato, con un diametro di più di un metro. Molto spesso, gli studiosi non sono i primi a mettere le mani su questi reperti storici: i saccheggiatori di tombe costituiscono un grande ostacolo nell’analisi delle architetture funebri, in quanto sono distrutte da quest’ultimi. Insomma, è una corsa a chi arriva prima.

In segno di lutto e in sacrificio agli dèi, i cavalli dei defunti venivano spesso macellati al momento della sepoltura. Per gli anzidetti rituali venivano comunemente impiegati anche cani, pecore, maiali e cervi; non a caso, sono state trovate anche carcasse di cane nel sito scoperto dalla squadra di Veselin Ignatov. Oltre ai gioielli, venivano posti in loco oggetti e alimenti che potevano servire al defunto nell’aldilà, come il vino.

Mentre i traci possono essere stati sconfitti e assorbiti da società successive, che hanno rubato le loro tradizioni, scoperte come queste possono preservare la cultura per i secoli a venire.

FONTE: Grunge
Quanto è interessante?
3