La storia del fabbro che scassinò le serrature "impenetrabili" del Regno Unito nel 1800

La storia del fabbro che scassinò le serrature 'impenetrabili' del Regno Unito nel 1800
di

Tra la fine del 1700 e l'inizio del 1800 le persone, per quanto riguarda la sicurezza degli oggetti personali, si affidavano principalmente alle casseforti e alle serrature. Il Detector era una delle tante famose serrature britanniche dell'epoca, un esempio di design e ingegnosità che le aziende promuovevano con orgoglio.

Brevettato nel 1818 da Jeremiah Chubb, il Detector è stato per decenni una delle maggiori garanzie dell'Inghilterra. Qualunque oggetto di valore si trovasse al di là della serratura era sicuro al 100%, immune anche ai tentativi più sofisticati o abili di violazione... tutto questo fino al 1851, quando un fabbro americano di nome Alfred C.Hobbs, dopo aver attraversato l'Atlantico, sbarco nel Regno Unito.

Hobbs sfidò le "autorità" del secolo, affermando che le loro serrature, soprattutto quelle di Chubb fossero un semplice "giocattolino". Non furono solo parole, poiché Hobbs riuscì ad aprire la serratura in soli 25 minuti, mentre la seconda volta in sette minuti. Subito dopo, il misterioso "Houdini delle serrature" annunciò il suo prossimo obiettivo: il Bramah, un lucchetto che aveva resistito a tutti i tentativi di scasso negli ultimi 60 anni.

Così, la Bramah Lock Company accolse la sfida e fu deciso un campo di gioco: a Hobbs fu offerto vitto e alloggio in un appartamento sopra il negozio per un mese, dove avrebbe avuto accesso alla serratura per tutto il tempo. Dopo 51 ore di lavoro distribuite su 16 giorni, Alfred C.Hobbs riuscì a infrangere la serratura diventata un simbolo.

Questo atto portò grande fama all'uomo, tant'è che decise di aprire la propria attività nel Regno Unito e le banche decisero di passare alle serrature americane. La Bramah Lock Company è ancora oggi operativa, e la portata di questo scontro echeggia ancora all'interno della loro attività.

Quanto è interessante?
4