di

Il primo contenitore di rifiuti di combustibile nucleare esaurito della centrale nucleare di Chernobyl è stato caricato all'interno dell'Interim Storage Facilty 2 (ISF-2). Per la prima volta in 34 anni il materiale è stato finalmente immagazzinato fuori dal sito. In un luogo estremamente sicuro.

Lo stoccaggio del combustibile esaurito avviene presso ISF-2, ovvero il più grande impianto di stoccaggio nucleare a secco del mondo. La struttura è stata costruita da Holtec, una società statunitense, con finanziamenti attraverso il Nuclear Safety Account, un fondo internazionale gestito dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS).

In particolare, circa 93 gruppi di combustibile sono stati rimossi da Chernobyl (che ha ancora le colture radioattive) e collocati in un contenitore di sicurezza che è stato, a sua volta, trasportato all'interno dell'Interim Storage Facilty 2. Nei prossimi otto anni, circa 21.000 gruppi di combustibili verranno spostati dai reattori di Chernobyl 1, 2 e 3 e immagazzinati lì per almeno un secolo. Potrete vedere un video dell'impresa qui sopra, all'inizio della notizia.

"Questo è un traguardo importante che testimonia i molti giorni, settimane e anni che la BERS, i donatori, gli appaltatori e l'Ucraina hanno dedicato alla realizzazione di questo importante progetto di sicurezza. Abbiamo dovuto superare molte sfide per arrivare a questo punto, ma è tanto più gratificante che alla fine ci siamo arrivati​", afferma ai giornalisti Balthasar Lindauer, Direttore della BERS.

Recentemente, un drone è volato all'interno della centrale nucleare abbandonata.

Quanto è interessante?
5
Momento storico raggiunto a Chernobyl: combustibile nucleare esaurito conservato al sicuro