La strana vita dell'anchilosauro: un dinosauro lento e sordo

La strana vita dell'anchilosauro: un dinosauro lento e sordo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Un team internazionale di scienziati, esaminando attentamente il fossile di scatola cranica di un Anchilosauro conservato in Austria, ha effettuato una scoperta sorprendente: questo particolare dinosauro era molto lento e, soprattutto, sordo.

Gli anchilosauri sono stati enormi creature (fino ad otto metri di lunghezza) tali da rappresentare un gruppo di dinosauri erbivori chiamati appunto "fortezze viventi". Il loro corpo era infatti ricoperto di spesse placche ossee e possedevano una coda a forma di mazza, capace di renderli estremamente temibili nei confronti dei predatori.

Pur conoscendo molte delle loro caratteristiche, il nuovo studio, effettuato con l'utilizzo dei dati raccolti attraverso una micro-TC, e recentemente pubblicato sulla rivista Scientific Reports, ha svelato alcuni aspetti del loro stile di vita davvero sconcertanti.

Infatti, gli scienziati delle università di Greifswald e Vienna hanno scoperto come, a differenza di molti dinosauri (soprattutto erbivori) che vivevano in gruppo, alcuni anchilosauri sembravano preferire una vita solitaria a causa di un senso dell'udito poco sviluppato.

Lo Struthiosaurus austriacus, questo il nome scientifico del dinosauro, apparteneva alla famiglia delle nodosauridae, un erbivoro del tardo Cretaceo, ed è stato rinvenuto in una località vicino a Muthmannsdorf, a sud di Vienna.

I resti fossili, conservati nell'Istituto di Paleontologia di Vienna, sono stati studiati dal dr. Marco Schade (Università di Greifswald) e la dr.ssa Cathrin Pfaff (Università di Vienna), che insieme ai loro colleghi hanno esaminato la scatola cranica dell'anchilosauro per rivelarne nuovi dettagli dell'anatomia e dello stile di vita e conoscere meglio il suo senso dell'equilibrio e dell'udito.

Le scatole craniche fossili, che un tempo ospitavano il cervello ed altri tessuti neurosensoriali, sono infatti estremamente importanti per la scienza, perché possono fornire informazioni sullo stile di vita di un determinato animale, come ad esempio le capacità uditive e l'orientamento del cranio.

I risultati hanno inoltre evidenziato uno stile di vita eccezionalmente pigro per questo erbivoro, e la presenza di una parte dell'orecchio interno (in cui ha luogo l'udito), di dimensioni estremamente piccola, ha permesso di dedurre le sue ridottissime capacità uditive.

Questo studio ha quindi fornito nuove informazioni sulla storia evolutiva dei questi particolari dinosauri e del loro incredibile mondo. Ed a proposito di queste grandiose creature, sapete qual è il dinosauro più grande di tutti? E quanto tempo impiegavano le uova di dinosauro a schiudersi?

Quanto è interessante?
3
La strana vita dell'anchilosauro: un dinosauro lento e sordo