di

La ruota venne inventata nel 4° millennio a.C. e ancora oggi rappresenta, secondo molti scienziati, l'invenzione più importante della storia umana. Millenni più tardi, gli esseri umani la utilizzano giorno dopo giorno... anche se ci sono esperti che hanno cercato di "reinventare la ruota", come questo ingegnere e la sua bici.

Sergii Gordieiev ha pubblicato un video su YouTube tagliando letteralmente a metà la ruota posteriore - e mettendole insieme l'una accanto all'altra - per dimostrare il funzionamento. Il giovane ingegnere ha utilizzato tubi e rivetti per allungare il telaio della sua bici e trasformare le due metà in un modo perfettamente funzionante.

Dal video è chiaro che le ruote devono partire sfasate per funzionare, ma durante la guida in linea retta rimangono agli opposti poiché hanno lo stesso diametro. La chiave di questa invenzione è la sincronizzazione delle ruote divise. Mentre una ruota preme sulla strada, l'altra ha il lato rivolto verso l'alto, mantenendo tutto in equilibrio.

Tuttavia, così com'è facile da intuire, questo mezzo di trasporto "improvvisato" non potrebbe percorrere lunghe distanze, soprattutto se si deve fare una curva. Il motivo è semplice: durante la sterzata le ruote percorreranno una distanza diversa l'una dall'altra causando un'inevitabile caduta. Certo, si tratta di un design irrealistico e inefficiente per una bicicletta, ma è decisamente un'idea piuttosto interessante.

Nel frattempo c'è chi ha inventato una ruota che rotola in salita.

FONTE: zmescience
Quanto è interessante?
2