Quanto devono mangiare i gatti: una volta al giorno o più volte nel corso della giornata?

Quanto devono mangiare i gatti: una volta al giorno o più volte nel corso della giornata?
di

Uno studio analizza il comportamento alimentare dei gatti e gli scienziati cercano di capire se sia meglio se mangino una volta al giorno in maniera abbondante o più volte al giorno pasti più piccoli.

Chi vive insieme ad un gatto sa benissimo che questi intelligenti e teneri animali fanno di tutto per mendicare cibo, a qualsiasi ora del giorno o della notte. E il proprietario di gatti sa benissimo che il suo animale lo sveglierà la mattina presto perché possa venir nutrito. Tuttavia, l’Università di Guelph e della Ontario Agricultural College hanno studiato per tre settimane un gruppo di otto gatti in perfetta forma e con meno di 5 anni, per capire se sia meglio nutrire questi dolci animali una volta al giorno con un pasto importante o più volte al giorno con pasti più piccoli. La ricerca è stata pubblicata su PLOS ONE e dai risultati dello studio è emerso che i gatti sono più soddisfatti se vengono cibati con un unico pasto abbondante al giorno.

Lo studio ha visto gli otto gatti seguire, per tre settimane, prima un regime alimentare, poi l’altro. Il cibo che veniva somministrato loro era lo stesso, ciò che cambiava era la frequenza: per 3 settimane un solo pasto abbondante al giorno, per altre tre settimane 4 pasti più piccoli al giorno. I gatti indossavano delle imbracature che servivano per misurare l’attività fisica ed ogni settimana venivano pesati. Anche il loro metabolismo veniva studiato in entrambi i regimi alimentari. Dalle analisi è emerso che i gatti che mangiavano 4 volte al giorno avevano una attività fisica maggiore ma il dispendio energetico nei due regimi alimentari era uguale. Il peso al termine del test è rimasto invariato ma i gatti che mangiavano una volta al giorno avevano livelli più alti di ormoni che regolano l’appetito. Questo sta a significare che erano più soddisfatti e riuscivano a controllare meglio la fame. Non solo.

I gatti che mangiavano una volta al giorno riducevano il loro rischio di obesità perché bruciavano più grassi e avevano nel loro sangue alti livelli di amminoacidi, segno che avevano a disposizione più mattoncini per costruire nuovo tessuto muscolare. Come dicono gli scienziati, questo approccio può essere utile e un ulteriore strumento nelle mani dei veterinari ma bisogna poi guardare al singolo individuo, allo stile di vita sia del proprietario, sia del gatto. In ogni caso è sempre meglio fare riferimento sul proprio veterinario per scegliere cosa è meglio per la salute e il benessere dell’animale.

Quanto è interessante?
4