Grazie allo studio sui gemelli sappiamo come cambia il corpo nello spazio

Grazie allo studio sui gemelli sappiamo come cambia il corpo nello spazio
di

Per un anno, dal 2015 al 2016, Scott Kelly, astronauta della NASA, ha trascorso la sua vita nell'ambiente di microgravità a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, mentre il suo gemello è rimasto sulla Terra.

Di recente, è stata presentata la prima analisi completa dell'effetto del volo spaziale a lungo termine sul corpo umano. "Questo team ha condotto uno studio senza precedenti nel suo campo d'azione attraverso i livelli della biologia umana: dall'analisi molecolare delle cellule umane e del microbioma alla fisiologia umana alla cognizione", ha detto Craig Kundrot della Divisione di Ricerca e Applicazione della Vita Spaziale e Fisica della NASA.

Alcuni cambiamenti conosciuti in assenza di gravità sono: cambiamenti anatomici all'occhio, rapida perdita della densità ossea e cambiamenti microstrutturali nel cervello. Ma grazie ai due gemelli, è possibile osservare i cambiamenti a livello molecolare.

Un team, tra i 10 coinvolti nello studio, ha scoperto che il volo spaziale provoca uno spostamento nel rapporto dei batteri nel microbioma intestinale, grazie a ciò è ora possibile progettare un regime di pre, pro e postbiotico per la missione su Marte.

Il vaccino antinfluenzale funziona anche nello spazio come fa sulla Terra, e ci sono stati altri cambiamenti positivi: sembra infatti che la dieta e l'allenamento di Scott siano stati un po' più sani di quelli di Mark sulla Terra.

I telomeri di Scott hanno però cambiato lunghezza, i telomeri si trovano nelle estremità dei nostri cromosomi, e si accorciano durante ogni divisione cellulare, finché non possono più dividersi; nello spazio, alcuni di questi telomeri si sono allungati drasticamente. Mentre le radiazioni ionizzanti hanno causato alcuni cambiamenti strutturali nei cromosomi di Scott, e l'ambiente di microgravità ha causato un ispessimento delle pareti della sua arteria carotide, con conseguente perdita di collagene.

La maggior parte di questi cambiamenti sono stati temporanei, ma un viaggio di ritorno su Marte, potrebbe far aumentare questi effetti in modo esponenziale e permanente.

Quanto è interessante?
5